Vivian Maier non è mai esistita

Prima di iniziare devo fare una confessione: questo video mi è stato segnalato da Enzo Dal Verme, che lo propone nell'ambito del suo workshop sul ritratto e, in particolare, per sottolineare l'importanza del ritratto in un racconto fotografico. Vi consiglio di leggere tutto il suo articolo "Perché i ritratti sono così importanti nel racconto fotografico".

Fatta questa prima confessione, ecco la seconda. In realtà, dalle parole di Joan Fontcuberta non si capisce se Vivian Maier (che ha ovviamente un sito, una sua pagina su Wikipedia, e alla quale è stato dedicato un film, due documentari, qualche libro e decine di mostre) se l'è inventata di sana pianta (e, quindi, in realtà non è mai esistita) o se si sta attribuendo solo il "lancio mediatico" della fotografa; personalmente propendo più per la prima ipotesi.

Di sicuro, Fontcuberta elenca poi tutta una serie di fotografi e situazioni sicuramente inventate cui tutti - curatori, giornalisti, artisti, appassionati, direttori di musei - hanno creduto.

Joan Fontcuberta | Progetto X.B. — Sfatare la leggenda di Vivian Maier from Fondazione MAST on Vimeo.

Comunque il titolo mi serviva, evidentemente, soprattutto per attirare la tua attenzione. E ora che sei qui ti suggerisco di dedicare un po' del tuo tempo al video. E' molto interessante, istruttivo e terribilmente preoccupante.

Preoccupante perché, come Fontcuberta mette in evidenza:

  1. se io, Fontcuberta, con i pochi mezzi a mia disposizione, sono riuscito a rendere veri personaggi e situazioni inventate, cosa possono fare i governi, le industrie, i musei, con le risorse (finanziarie, umane, di mezzi di comunicazione, influencer ecc) che hanno a disposizione?
  2. le tecniche che io, Fontcuberta, ho utilizzato sono ben note nel mercato dell'arte. E questo, sottolinea, spiega, l'emergere improvviso di artisti fino ad allora sconosciuti.

Entrambi i punti mi sembrano ben più interessanti, e degni di riflessione, della notizia che Vivian Maier non è mai esistita, ed è frutto della creatività di un artista spagnolo.

Ciao

Giovanni B.

Commenti