30 dicembre 2016

12/30/2016
Tra le centinaia di foto della mostra che il MAXXI ha dedicato a Letizia Battaglia ce ne è una che mi ha colpito in modo particolare. Questa:

Fotografia di Letizia Battaglia. Ritratto di madre con la foto del figlio scomparso
Letizia Battaglia, Sicilia 1984 | Ritratto di madre con foto del figlio scomparso

Guarda gli occhi: completamente neri. Regola vuole che, in un ritratto, gli occhi abbiano almeno un punto di luce.
Ma questa regola, in questo caso, doveva essere infranta: quegli occhi completamente bui indicano, senza lasciare alcun dubbio, l'abisso del dolore di questa donna per la scomparsa del figlio.

Questo è uno dei tanti motivi per i quali mi piace "andare per mostre": puoi vedere sia quando è utile rispettare le regole di costruzione di un'immagine, sia quando è necessario infrangere queste regole.
E (aspetto per nulla banale) ti accorgi che c'è sempre un motivo alla base di queste scelte.

Quanto alla mostra, vale assolutamente la pena visitarla: le fotografie esposte sono tantissime, la maggior parte in grande formato, non c'è solo la "cronaca nera", ma anche tanta fotografia sociale, e i ritratti che Letizia Battaglia ha scattato ai personaggi, famosi o meno, dagli anni 70 ad oggi (quasi).

Che poi lei stessa fosse un personaggio interessante l'avevo già intuito da questo documentario, mandato in onda mesi fa da Sky Arte.


Per approfondire il suo lavoro ci sono anche diversi libri di fotografie: Diario, Passione Giustizia Libertà, AnthologiaAnthology e molti altri. C'è solo l'imbarazzo della scelta.


That's all folks. Ci risentiamo domani per gli auguri di fine anno.
Ciao
Giovanni B.

0 commenti:

Posta un commento