21 novembre 2016

11/21/2016
2
Tutto è nato da questo veloce scambio di email:

Ciao Giovanni,
mi chiamo Alessio Trerotoli e sono un fotografo di Roma. Vista la cura e l'attenzione con la quale ti occupi di fotografia ho pensato che il mio progetto "Urban Melodies" avrebbe potuto interessarti.

Ciao Alessio,
sì, le tue foto sono molto interessanti, mi piacerebbe saperne di più e, se ti va, le condividiamo su Mag72. Che ne dici?

Ed eccoci qui, con Alessio che ci racconta come è nato questo progetto e come realizza queste foto.

Esposizioni multiple di un tram a Lisbona. Di Alessio Trerotoli
Lisbon Story | Alessio Trerotoli

Lascio quindi ora a lui la parola:

"Con questo progetto sto provando a realizzare, attraverso la sovrapposizione di foto differenti, una sorta di rappresentazione astratta di panorami urbani all'interno di metropoli moderne come Roma, New York, Parigi, Berlino e molte altre. Si tratta di immagini "melodiche": così come le note musicali in una melodia, ogni foto, collegata ad un'altra e concatenata in un contesto più grande, può creare qualcosa di diverso, trovare un nuovo significato e diventare parte della melodia finale (il motivo per cui il progetto si chiama "Urban Melodies").

Esposizioni multiple di Roma di sera. Di Alessio Trerotoli
There is a light that never goes out (Roma) | Alessio Trerotoli

Utilizzo quattro o cinque foto differenti dello stesso luogo, o soggetto, per creare ogni immagine. Ogni cosa si duplica, le luci e i soggetti si moltiplicano e costruiscono una nuova visione della vita urbana.

Esposizioni multiple di Berlino di notte. Di Alessio Trerotoli
Berlin by Night | Alessio Trerotoli

La storia dietro questo progetto è semplice. Verso la fine del 2012 mi trovavo a Istanbul, dove ho osservato alcuni lavori molto interessanti di un fotografo turco, Jak Baruh. In alcune sue immagini usava più foto sovrapposte e la cosa mi aveva davvero colpito.
Una volta tornato a Roma ho cercato di lavorare su questo spunto, mettendoci la mia visione e cercando di trovare un mio stile personale.

Esposizioni multiple del Moulin Rouge a Parigi. Di Alessio Trerotoli
Moulin Rouge (Paris) | Alessio Trerotoli

Dopo aver realizzato le foto lavoro su Photoshop con 4 o 5 immagini dello stesso soggetto, cercando di restare fedele all'idea che avevo in testa al momento di scattare.
Alcune volte ci vogliono appena 20 minuti, altre volte lavoro sulla stessa immagine per due o tre giorni, cercando di trovare la combinazione giusta."

Esposizioni multiple di una strada a New York. Di Alessio Trerotoli
Traffic Jam (New York) | Alessio Trerotoli

Se queste fotografie ti hanno incuriosito, ti segnalo il sito di Alessio, dove puoi trovarne altre, e quello di Jak Baruh, il fotografo turco che lo ha ispirato.

Per me, l'obiettivo è quello di trovare e riuscire a mostrarti qualcosa di nuovo, di stimolante, di strano o di curioso, per alimentare la nostra passione per la fotografia.

Ciao
Giovanni B.

2 commenti:

  1. Immagini fantastiche - grazie per avermi fatto conoscere questo fotografo dalla tecnica così raffinata e "ballista"... con riferimento al pittore, non alle balle :o)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Prego, Daniela. Le sue immagini hanno entusiasmato anche me!

      Elimina