4 settembre 2017

Fotografare significa "scrivere con la luce"; me l'hanno ripetuto così tanto che, inizialmente, mi ero illuso che la cosa più importante (e più difficile), in fotografia, fosse gestire correttamente l'esposizione.

Magari il problema fosse l'esposizione! Mi sono accorto che la difficoltà maggiore (una delle tante, a dire il vero) è decidere "cosa" mettere in una foto, "dove" metterla e in quale "relazione" con gli altri elementi dell'inquadratura.

Composizione di una fotografia, esempio da Franco Fontana
Franco Fontana, Los Angeles 1990

Ok, il soggetto principale lo conosco ("guarda che bel fiore, ora lo fotografo"), ma da dove lo riprendo: dall'alto, dal basso, di lato? E dove lo metto: sulla destra del fotogramma, al centro, a sinistra? E cos'altro includo nella foto? O cerco di isolarlo dal contesto?

Credo che sia giunto il momento di iniziare a parlare di composizione di una fotografia, andando a rubare il mestiere dai grandi maestri.
Iniziando da Franco Fontana:
Io ho scattato così. Ho trovato ciò che avevo dentro, togliendo il superfluo per eleggere il necessario. ...
Come ha fatto Michelangelo a realizzare la Pietà? E' partito da un blocco di marmo e ha tolto, ha raschiato, ha scalpellato, ha grattato via materia, finchè è apparso proprio quello che aveva in mente. Ha trovato nel marmo ciò che aveva dentro, rendendo visibile l'invisibile. ...
Allo stesso modo, in fotografia, per identificare il contenuto più significativo è necessario compiere una sintesi senza concedere alternative.
In pratica, si tratta o di stringere l'inquadratura oppure di tagliare a posteriori, se l'obiettivo non arriva a riprendere solo ciò che si desidera. ...
A suggerirvi che cosa cancellare e che cosa eleggere sarà il vostro sguardo. Ho solo due raccomandazioni.
La prima: cominciate cancellando il superfluo dalla mente. Dopo, sarà molto più semplice cancellare ciò che non vi interessa dalle fotografie.
La seconda: non abbiate paura. Lasciare fuori qualcosa intimorisce. ...
Una fotografia che pretende di contenere tutto finisce per non significare niente. Bisogna avere coraggio e rischiare una scelta, se si vuole dire qualcosa: alla fine, come sosteneva Sant'Agostino, nel meno c'è il più. (Franco Fontana, Cancellare per eleggere, Fotografia Creativa, Mondadori)
Ciao
Giovanni B.


PS: se ti piace, condividi, grazie!

0 commenti:

Posta un commento