27 febbraio 2013

2/27/2013
«Il nostro mestiere è una sfida continua. Quando abbiamo un'ora con una celebrità il nostro talento deve subito venire fuori. Dobbiamo immediatamente trovare l'idea, l'accessorio che possa fare la sintesi della loro personalità, per esempio delle lenti d'ingrandimento per Salvator Dali o un giradischi per Marlene Dietrich.
Ho una ammirazione estrema per le persone come Doisneau o Cartier-Bresson, ma loro si possono permettere di attendere per ore o giorni l'istante magico. Con la moda e le stelle e diverso. Non è lo stesso mestiere!» Willy Rizzo

Sophia Loren e Carlo Ponti a Roma
Sophia Loren e Carlo Ponti, Roma, 1960. Foto Willy Rizzo

Ciao
Giovanni B.

PS: Willy Rizzo, nato a Napoli nel 1928 e morto a Parigi nel 2013, non è stato solo il fotografo delle "donne più belle del mondo": oltre alle stelle della moda e del cinema, ha fotografato i VIP e i politici, non disdegnando (soprattutto agli inizi della carriera) il reportage (copre il conflitto in Tunisia, il processo di Norimberga ed è in Indocina nel '52).

0 commenti:

Posta un commento