16 maggio 2021

5/16/2021

Parona, a metà strada tra la frenesia calma di Verona e la pace opulenta dei vigneti della Valpolicella; qui l'Adige tratteggia una bellissima e scenografica ansa che obbliga il fiume a rallentare la sua corsa e a chetare la sua voce.

E proprio qui, lungo le sponde del fiume, ci si ritrova d'estate verso sera, quando il sole molla un po' la sua presa, a passeggiare alla ricerca di quel refrigerio che le acque dell'Adige trascinano con sé dalle montagne del vicino Trentino.

Parona, agosto 2017

Ciao
Giovanni B.

0 commenti:

Posta un commento