"Gregory Heisler 50 Portraits", che libro straordinario!

A casa ho un centinaio di libri di fotografia, forse di più, e sono presenti sia i grandi classici, sia i grandissimi fotografi. Ma se fossi obbligato a scegliere e tenere un solo libro, senza alcun dubbio sceglierei "Gregory Heisler 50 Portraits: Stories and Techniques from a Photographer's Photographer".


E' in inglese, so che esiste l'edizione spagnola ma non so se esiste un'edizione italiana; ma se il ritratto fotografico è la tua passione, e la lingua non è un problema, questo è il primo e il principale libro da leggere e da studiare.

Attenzione: scrivo "se la lingua non è un problema" perché questo è sì un libro di fotografie - e sono tutti ritratti interessanti, alcuni addirittura emozionanti - ma la vera ricchezza è nel testo. Gregory Heisler condivide, infatti, una quantità di aneddoti inimmaginabile, che si trasformano rapidamente in un fiume di lezioni sulla tecnica del ritratto fotografico, sugli circostanze che portano ad un risultato piuttosto che ad un altro, sulle situazioni in cui ci si può trovare. 

Dal libro "Gregory Heisler 50 Portraits"

Non è, quindi, solo un libro di tecnica fotografica (ho usato queste luci piuttosto che quelle, ero in studio piuttosto che in un campo innevato), ma anche sulle capacità relazionali e organizzative che un fotografo deve avere, sulla capacità di fare una rapida ricognizione visiva del posto per identificare il punto migliore in cui scattare, sulla capacità di abbandonare l'idea iniziale per adattarsi ad un evento inaspettato, sulla capacità di gestire un cliente difficile, insicuro, o frettoloso.

Insomma, l'avrai capito, se ti interessa il ritratto fotografico, io caldeggio apertamente "Gregory Heisler 50 Portraits".

Ciao

Giovanni B.

Commenti