27 agosto 2018

8/27/2018
#nse_Italy frulla nel mio cervello da tantissimi anni, da quando ho iniziato, nei fine settimana o durante i periodi di ferie, a fare quello che più mi piace: girare l'Italia per visitare tutti quei luoghi (famosi o per lo più sconosciuti) che mi annoto con molta diligenza durante l'anno.
Lo spunto può arrivare da ogni parte: una descrizione letta in un romanzo, la pubblicità in una rivista, un trafiletto del giornale. E, se colpisce la mia immaginazione, me lo annoto e poi, alla prima occasione parto.
A volte, le aspettative sono rimaste deluse; altre volte, la realtà le ha superate, oppure mi ha regalato qualcosa di nuovo e di inaspettato. Sempre, comunque, è valso la pena preparare il trolley e partire.

#nse_Italy è la sintesi fotografica di questo mio girovagare anzi, di questo nostro girovagare, perché l'Italia è ancora più bella quando la giri con moglie e figli.

#nse_Italy è una galleria fotografica dinamica, in continua evoluzione, per  raccontare l'Italia, la sua storia, le sue persone, la sua cultura, la sua società.

Paestum, giugno 2017
Ci sono luoghi che ti imprimono la loro immagine nella mente. Paestum mi ha impresso il profumo del suo vento caldo, carico di resina dei pini e di sale del mare, nel cuore.

Procida, luglio 2015
La nostra cultura è ricca di leggende. A Procida domina quella del tragico amore della Graziella, assieme a molti altre storie - che ho scoperto seguendo la stesura del romanzo "La baia delle ombre". - dove gli estremi (amore e odio, vita e morte, luce e ombra) si scontrano violentemente, dando vita a scene vivide, tremende, nette.

Agnone, dicembre 2017
La 'ndocciata, la festa del fuoco di Agnone, è una delle cose più viscerali cui ho assistito: l'odore acre del fumo, le ampie cappe nere dei portatori, le fiamme vivide delle ndocce, le scintille che volano ovunque, le braci rosse che segnano il corso principale di Agnone, tutto riporta ad un rito ancestrale, ad un rapporto antico tra l'uomo e la natura.

A presto
Giovanni B.

0 commenti:

Posta un commento