4 giugno 2018

6/04/2018
McArthurGlen Barberino Designer Outlet e ONO arte contemporanea presentano "Hip Hop History. Fotografie di Michael Lavine", una mostra sui protagonisti dell’Hip Hop visti attraverso l'obiettivo di Michael Lavine.

Gli OutKast in una fotografia di Michael Lavine
OutKast © Michael Lavine

L’hip hop, nato nei ghetti del Bronx all'inizio degli anni Settanta, non è stato solo un genere musicale di grande intensità ma anche un fenomeno che ha investito la cultura tout court: moda, danza, grafica e arti visive e che ha mutato codici comportamentali e linguistici dei giovani di allora e di oggi. Partendo da questa considerazione, McArthurGlen Barberino e ONO arte contemporanea hanno creato una mostra inedita che analizza lo stretto rapporto tra stile di strada e streetwear attraverso le immagini di uno dei suoi testimoni più eccellenti, il fotografo americano Michael Lavine.

Michael Lavine negli anni ha realizzato numerosi ritratti fotografici, diventati poi iconici, legati al mondo dell’hip hop: suoi sono gli scatti di alcune copertine di album per artisti del calibro di Notorious B.I.G, Puffy, Lil’ Kim, Jay Z e Wu-Tang Clan.
Con i suoi ritratti l’artista è riuscito a cogliere le diverse sfumature di un movimento culturale che, a quarant’anni dalla sua nascita, scavalcando confini territoriali, etnici e temporali, si può ancora ritenere un fenomeno cardine della società contemporanea.

Sono i musicisti hip hop a cercare Lavine:
Avevo fotografato principalmente gruppi rock indipendenti, i miei scatti erano forti, lo stile era d’impatto e per gli artisti hip hop questo era importantissimo. Ero diventato l’uomo da cui andare, volevano sembrare i più cool di tutti.
Un lavoro non sempre facile:
passavamo molto tempo sul set, anche perché nessuno di loro era quasi mai puntuale. I musicisti hip hop sono persone simpatiche ma si fa davvero fatica a portarli sul set, soprattutto in orario. Jay Z è arrivato sul set con otto ore di ritardo, con Eminem non ci siamo presi, si è seduto sulla sedia per qualche minuto e poi è corso via. I Beastie Boys li conoscevo perché frequentavo la scena di New York, ho fatto più di un lavoro con loro. Con 50 Cent invece mi sono divertito tantissimo, soprattutto a non vederlo fare un passo senza che le sue sette guardie del corpo lo seguissero come un'ombra. E poi Biggie...con lui è stato bello scoprire che il suo aspetto diceva tutt’altro della sua personalità: la prima volta che l'ho visto sembrava impaurito, lui così grande e grosso ha iniziato a parlarmi con tranquillità, era dolce e simpatico.
La mostra "Hip Hop History. Fotografie di Michael Lavine" è composta da 30 immagini: tra le fotografie esposte l’iconica copertina dell’album "Stankonia" degli OutKast, le profetiche immagini dell’ultimo disco di Notorious B.I.G. "Life after Death" e i ritratti di Jay Z.

Hip Hop History - Fotografie di Michael Lavine 
Barberino Designer Outlet, Via Meucci, Barberino di Mugello (FI)
Dal 12 giugno al 22 luglio 2018
Tutti i giorni dalle 10 alle 21
Ingresso Libero

0 commenti:

Posta un commento