11 marzo 2018

Alcune persone hanno storie affascinanti da raccontare, e Davide Armanini è sicuramente una di queste: giovanissimo, al mattino lavora in un mercato rionale romano, a mezzogiorno mangia un panino al volo, poi corre in palestra ad allenarsi.
"Come tanti altri" mi dirai.
"Mica tanto" ti rispondo.

Fotografia di Davide Armanini campione del mondo K1 al mercato

Perchè Davide Armanini è il campione del mondo K1 WTKA (una cosa non proprio da tutti), e il pomeriggio in palestra si allena per difendere il suo titolo.

Fotografia di Davide Armanini campione del mondo K1 sul ring

E' indubbiamente la storia di un successo, costruito con tenacia, impegno, determinazione, costanza e sacrificio.
Anche se la parola "sacrificio" Davide, mentre parla, non la usa mai, neppure quando ti racconta che, all'inizio, si allenava "fino a tardi, tornavo a casa verso mezzanotte e, mangiata una cosa, si faceva mezzanotte e mezza. E poi mi svegliavo alle due e mezza per andare ad attaccare i cartelloni". Il turno di allenamento serale era, semplicemente, "un po' scomodo". E' pazzesco, e bello, sentire un ragazzo di 26 anni parlare così.

E mi stupisce sentirlo dire che "la determinazione è più importante del talento" per raggiungere certi risultati; che, spesso, guardando alle persone di successo, parliamo esclusivamente del talento, come se i  loro risultati fossero solo un dono della genetica, e ci dimentichiamo l'immenso impegno che li porta oltre i propri limiti. Impegno mentale e fisico, consapevolezza di doversi allenare anche in quei giorni in cui non ne avresti nessuna voglia.
Una bella lezione, detta da una persona credibile.

Fotografia di Davide Armanini campione del mondo K1 sul ring

Queste persone, che hanno il coraggio di portare le proprie passioni fino all'estremo, mi affascinano. Ancora di più quando vivono i loro risultati con umiltà, ti accolgono con un sorriso sincero, non usano mai la parola "successo" e li trovi a sudare sul ring.

Fotografia di Davide Armanini campione del mondo K1 dopo l'allenamento

Davide Armanini ha difeso il titolo di campione del mondo K1 WTKA, lo scorso 24 marzo a Roma, contro Armen Hovhannisyan, un avversario fortissimo e determinato. Un grande risultato, in una serata di grande spettacolo.

Ciao
Giovanni B.

PS: un grazie alla palestra Montesacro Boxe Academy per l'ospitalità e ad Andrea Ferioli, allenatore di Davide, per la disponibilità.

0 commenti:

Posta un commento