19 aprile 2016

"la fotografia al 70% è casualità, ma anche la vita stessa, no?
Io dico sempre: la vita è casualità e mistero.
Quasi sempre non c'è tempo: è un'intuizione fulminante."
(Fulvio Roiter, 1.11.1926 - 19.04.2016)

Fulvio Roiter, Mercatino Antiquariato, 1970
Fulvio Roiter, Mercatino dell'Antiquariato, 1970

Fulvio Roiter, classe 1926, è uno dei grandi fotografi italiani. Sentirlo parlare è un piacere, anche perchè le sue parole vanno ben oltre la fotografia:
"Se un lavoro mi costa fatica, allora penso che valga la pena di mostrargli cosa so fare."
Vale per tutti, non trovi? Che siano appassionati di fotografia oppure no.

Oggi, 19 aprile 2016, Ansa ha pubblicato la notizia della sua morte.
E a me piace ricordarlo così, con le immagini di questa intervista.
Con questo suo forte accento veneto che mi ricorda tanto casa, e la saggezza concreta dei nonni.
Con i suoi vivacissimi occhi che, dopo aver visto tanto e aver creato tante immagini, ancora si illuminano quando racconta aneddoti del passato.



Giovanni B.

0 commenti:

Posta un commento