17 ottobre 2012

«Ho collezionato molte foto accademiche, la maggior parte ripetitive, alcune gratuite. Nessuna inutile. Imparare facendo esperienza, riempiendo rullini e hard disk. È necessario esercitarsi sulla messa a fuoco, il tempo di posa, il diaframma, cercando di non lasciare nulla al caso, nulla non deciso dal nostro sguardo.»

Fotografia di un tulipano rosso gettato a terra. Canon EOS 7D con Canon 70-300 f/4-5.6 IS USM


Impossibile contare le volte che, riguardando al PC le foto appena scattate, ho pensato di mollare e di vendere tutto: macchina fotografica, obiettivi, zaino, filtri. Tutto.
La fotografia non fa per me.
Non so fotografare.
Le mie foto fanno schifo.

Poi capita la foto (una ogni 200, quando va bene) che mi dà soddisfazione, e penso che la fotografia è l'arte (oddio, nelle mie mani l'hobby) più bella del mondo, quella che più mi piace.
E questa sera realizzo che quella foto straordinaria ai miei occhi non sarebbe stata possibile senza le 200 e + foto che mi avevano fatto pensare al suicidio fotografico.

Nessuna foto è inutile.

Ciao
Giovanni B.

0 commenti:

Posta un commento