16 ottobre 2012

«At best, assignment photographers are craftsmen, not artists, solving other people's problems and putting other people's ideas into effect in the most timely and cost-effective way possible; to think otherwise is delusional. Sure, part of the job is bringing a personal point of view to the party, in fact that's often the reason you're hired, but a point of view is not art, and there's never the degree of autonomy and self-direction that I think of as a precondition for something to qualify as a true artistic endeavour.»
(Derek Shapton, "Art vs. Craft")

Di seguito la mia solita traduzione spannometrica:
«Nella migliore delle ipotesi, un fotografo professionista è un artigiano, non un artista, chiamato a risolvere problemi e a realizzare idee altrui nel modo più rapido ed economico possibile; pensarla diversamente è illusione. Certamente, viene richiesto di portare il proprio stile, motivo per il quale sei stato assunto, ma lo stile personale non è arte, e comunque non c'è mai il livello di autonomia e di autodeterminazione necessario - a mio parere - affinchè si possa parlare di vero lavoro artistico.»

La parola, ora, ai fotografi professionisti.

0 commenti:

Posta un commento