"Dove fare cosa" a Procida

Da quando Procida è stata nominata capitale italiana della cultura per il 2022 mi è capitato di leggere un sacco di articoli che consigliano cose fare, dove andare a mangiare, cosa vedere e così via. E non sempre quello che ho letto mi ha convinto; in molti casi mi è rimasta la sgradevole impressione che l'autore degli articoli non avesse mai messo piede sull'isola, o che vi avesse trascorso giusto un fine settimana.
Quindi, dato che frequento l'isola di Procida da quasi 20 anni, ho ritenuto quasi un obbligo morale (non è vero, ovviamente!) dare il mio piccolo contributo di consigli per organizzare al meglio una vacanza a Procida senza dimenticare, ovviamente, la fotografia.
Sì, è vero: è l'ennesimo articolo su "cose fare, dove andare a mangiare, cosa vedere" a Procida :)

Dove fotografare i tramonti a Procida

I tramonti di Procida sono tra i più belli mai visti. Per goderne lo spettacolo i posti migliori sono:

  • alla spiaggia della Chiaiolella, dove il sole si tuffa letteralmente nell'acqua e
  • a Terra Murata, nei giardini antistanti l'ex chiesa di Santa Margherita Nuova o, poco più in alto, in via Canalone. Da qui si ammira l'isola di Vivara, l'isola di Ischia e, nelle giornate più limpide, l'occhio spazia fino a Ventotene!
Tramonto a Santa Margherita Nuova - Foto Giovanni B.

Cosa leggere quando sei a Procida

I titoli citati sono sempre gli stessi titoli: L'isola di Arturo di Elsa Morante, e Graziella romanzo di Alphonse de Lamartine del 1852.
E io, invece, ti suggerisco un romanzo nuovo: "Virginia e il segreto di Procida" di Enza Emira Festa, scrittrice che ha al suo attivo più di 15 tra racconti e romanzi. Già presentato una decina di anni fa da Mondadori con il titolo "La baia delle ombre", è stato rivisto dall'autrice nel 2021, secondo la stesura originale. Oltre ad essere una lettura piacevole, adatta all'atmosfera e ai ritmi delle vacanze, e ad avere una trama coinvolgente che ti porta a "consumare" il libro molto rapidamente, ha il pregio di introdurre in modo facile sia alle tradizioni procidane (la Graziella, ovviamente, ma anche il quadrillo, o le poesie e credenze popolari), sia alle zone più tipiche di Procida (la Corricella, ovviamente, ma anche Terra Murata, l'Abbazia di San Michele, il Vascello...).

Dove mangiare il pesce a Procida

Consigli su dove mangiare il pesce a Procida in queste settimane ne ho letti tanti. Io suggerisco il ristorante da Girone, alla Chiaiolella, e soprattutto la Gorgonia, alla Corricella. La "location", come direbbe Borghese, è fantastica, ai piedi della Corricella e vicino al mare, il servizio è curato, i prezzi sono buoni. E' necessario prenotare con un paio di giorni di anticipo.

Dove mangiare la pizza a Procida

Da Fuego, sempre alla Corricella. La mia pizza preferita? La Sophia Loren, con mozzarella, limone di Procida, pepe nero e pepe rosa, basilico. Semplice e perfetta.

Dove mangiare "la lingua" a Procida

La lingua è una pasta sfoglia farcita con crema al limone procidano; per gustarne una ottima bisogna arrivare nei dintorni di Piazza Olmo, alla Pasticceria Dolci Peccati (via Vittorio Emanuele 262); non c'è spazio per sedersi, ma la loro lingua è la migliore di Procida (calda, al mattino, è irresistibile).

Lingua al limone, e Corricella sullo sfondo - Foto Giovanni B.

Cosa vedere a Procida

La Corricella (o Marina Corricella), è il borgo marinaro più antico di Procida, famoso per la sua architettura fatta di un intreccio di archi, cupole, finestre, gradinate, logge, scale e facciate variopinte che danno vita a un complesso edilizio unico per forme, colori e disposizione delle abitazioni. E' uno dei luoghi più caratteristici di Procida ed è al primo posto delle cose da vedere.
Poi il Vascello (o Casale Vascello), antico borgo con le case addossate, disposte attorno ad un cortile centrale, contraddistinte dalla presenza del vefio, piccolo balcone coperto da una volta ad arco che ricorda il mondo arabo. Salendo verso Terra Murata si trova sulla sinistra.
Quindi proprio Terra Murata, scenografico borgo fortificato edificato sul punto più alto di Procida, con il Palazzo d'Avalos e l'Abbazia di San Michele. La salita è un po' faticosa ma la fatica è ripagata dal panorama mozzafiato sul Golfo di Napoli e sull'isola di Ischia.
Da ultimo, l'isolotto di Vivara, collegato a Procida da un ponte pedonale. L'isola, che è riserva naturale, è visitabile solo su appuntamento.

Dove fotografare la Corricella a Procida

Il punto migliore da cui fotografare la Corricella è, a mio parere, la spiaggia della Chiaia, più o meno all'altezza del molo del ristorante "La Conchiglia", poco prima del tramonto, quando la baia è in ombra e la Corricella, illuminata dal sole, splende di mille colori (vedi foto).

Dove prendere un aperitivo a Procida

Ad agosto 2021 non ho trovato locali attrezzati per offrire un aperitivo "come si deve"; in qualsiasi bar, comunque, si può chiedere un cocktail semplice, una birra o un bicchiere di vino, che viene solitamente  accompagnato da qualche patatina, bruschette, noccioline o fiori di capperi (quello che mio figlio, più o meno a 4 anni, aveva definito un "aperitivo classico").

Visto che l'offerta è più o meno uguale, due sono i punti che consiglio per un aperitivo a Procida:

  • gli stabilimenti sulla spiaggia della Chiaiolella, perché lì il tramonto è talmente bello da essere imbarazzante;
  • il bar del Castello, a Terra Murata. I tavolini sono su di una piazzetta che offre una vista impagabile sul golfo di Napoli.
Qualche wine bar carino si trova anche alla Corricella (ma non li ho mai provati).

Dove prendere un caffè freddo a Procida

Il caffè freddo che sto per consigliarti non è il caffè freddo che prendi in altre parti d'Italia; è una via di mezzo tra una bevanda fredda e una granita e, descritto così, è molto riduttivo. Quindi non ti resta che andare al Bar il Grottino (all'arrivo dei traghetti) e provarlo.

Dove acquistare un libro a Procida

L'unica libreria che ricordo è Nutrimenti, in via Roma a Marina Grande, un negozio indipendente - di quelli sempre più rari nelle grandi città - che è anche una casa editrice attenta alla realtà locale.
Qualche libro, soprattutto su Procida, si trova anche alla cartolibreria La Graziella (credo sia questo il nome perché non ho mai visto nessuna insegna) in via Vittorio Emanuele 260, proprio a fianco della Pasticceria Dolci Peccati

Ciao
Giovanni B.

Commenti