11 settembre 2017

Inizia come un originale spot commerciale dall'estetica eccentrica, con un inaspettato capovolgimento che disturba e fa riflettere. L'autore è l'eclettico artista britannico David Firth.
Perchè te lo propongo, se non parla di fotografia?
Giusta domanda.

Il primo motivo, il principale, è che io sono alla continua ricerca di idee, sollecitazioni, suggestioni (visive, sonore, narrative, non importa, va tutto bene, l'importante è che stimolino il pensiero) ed ho pensato che anche tu possa condividere questa esigenza.
E questa animazione l'ho trovata interessante (disturbante, inquietante) sia visivamente, sia per le domande che solleva.


Il secondo motivo è che questo video mi ha ricordato una frase del fotografo Efrem Raimondi (vedi che la fotografia, alla fine, c'entra?), letta tempo fa in un'intervista su "Maledetti fotografi":
Oggi più che in qualsiasi altro periodo, il fotografo deve avere una visione del mondo. Non deve necessariamente pronunciarsi dal punto di vista politico o sociale, la contemporaneità non è la lettura dell’attualità, ma una visione del mondo dev​i​ averla. Se sei un fotografo non puoi sottovalutare alcune cose. Non devi sventolare una bandiera, ma io devo riconoscere il tuo sguardo sul mondo.
Forse non è scontato ricordarti che la tua opinione mi interessa.

Ciao
Giovanni B.

0 commenti:

Posta un commento