24 aprile 2017

4/24/2017
Di Mario Giacomelli ti ho già parlato più volte, ed ogni volta ti ripeto che le sue fotografie sono un antidoto fondamentale a tutte le "pippe mentali" (scusami, ma proprio non trovo un altro termine adeguato a rendere l'idea) che ci facciamo su gamma dinamica, microcontrasto e banalità simili.

Mario Giacomelli, Paesaggio (1980), da Storie di terra
Mario Giacomelli, Paesaggio (1980), da Storie di terra

Perchè, ripeteva il fotografo marchigiano, "la fotografia è una cosa semplice. A condizione di avere qualcosa da dire". Ma è molto più facile avere qualcosa da dire sulla presunta tecnica, che un'idea da sviluppare.
Divago, ma solo per raccomandarti, se ne hai l'occasione, di non perderti la mostra che Astino, in provincia di Bergamo, dedica a Mario Giacomelli

"Terre scritte", 40 fotografie dedicate al tema del paesaggio e della natura, che mostrano la potenza grafica di Mario Giacomelli e dimostrano come, per l'appunto, più che la "gamma dinamica" o la "gestione del rumore agli alti ISO" in fotografia sia importante (essenziale) avere qualcosa da dire.


Mario Giacomelli, Le terre scritte
Fino al 31 luglio
Complesso Monumentale di Astino, via Astino 13, Bergamo
Info

0 commenti:

Posta un commento