31 marzo 2012

Brevi considerazioni frivole, qualche anticipazione e una manciata di foto dal Photoshow 2012.


Iniziamo con la regina del Photoshow. Non è una digitale, non ha un sensore da 36 megapixel, costa meno di 100 euro... è la Fuji Instax, una riedizione del concetto polaroid. Scatti e esce la fotografia, che poi si lascia sviluppare sventolandola lentamente, proprio come una volta. 80 euro circa per il modello base, più 20 euro circa per due ricariche da 10 foto l'una. Credetemi, è divertente.


Chi legge questo blog sa che la Nikon serie 1 non è tra le mie favorite, ma la velocità e precisione del suo autofocus è strabiliante. Da questo punto di vista , è quella che mi ha colpito di più. Tutte le altre mirrorless, su questo fronte, mi sono sembrate un passo indietro. 

La Fuji X-Pro1 è bella. Più bella di quello che appare dalle fotografie. So che sembra riduttivo, che dovrei parlare della sua tecnologia strabiliante, ma è una macchina che appaga anzitutto i sensi: tenerla in mano gratifica il senso estetico e tecnico. E' voluminosa, pesa il giusto... una bella sensazione di macchina antica di metallo. I comandi sono dove te li aspetti, ed il mirino ottico (galileiano) è anni luce avanti i mirini elettronici provati.



La Olympus OM-D EM-5 è, al contrario della Nikon serie 1, tra le mie favorite. Ma il mirino elettronico (in generale) continua a non convincermi (sebbene, su questo fronte, siano stati fatti passi da gigante rispetto a quello che avevo visto due anni fa), ed in mano... beh, il problema è che dopo aver provato la X-Pro1, tutte le altre sembrano giocattoli (d'altro canto, si potrebbe obiettare che Olympus - e Sony - sono molto più compatte e leggere della Fuji). Lo stand Olympus ospitava anche i prodotti Eyecam, concorrenti della GoPro per gli appassionati di avventura



Le considerazioni fatte per la EM-5 valgono anche per la Sony NEX 7: il mirino elettronico non è male, ma proprio non mi piace, il feeling in mano è quello di una compatta e l'autofocus (e questo vale per anche per X-Pro1 e OM-D EM-5) mi sembra un passo indietro rispetto a quello della Nikon serie 1.


Samsung ha puntato molto sulla facilità di condivisione delle immagini tramite wi-fi: per ora presente solo su compatte, ma a breve presente anche sulle mirrorless (tre sono attese entro l'estate, la Samsung NX 1000, la Samsung NX 210 e la Samsung NX20. La Samsung NX 210 avrà finalmente la possibilità di montare un mirino elettronico esterno, mirino che sarà, invece e ovviamente, fisso sulla NX 20). Tornando al presente, la Samsung NX 200 non sembra avere lo stesso appeal delle altre mirrorless, ma in mano calza bene ed ha un monitor veramente piacevole da usare. Secondo me è un'alternativa da considerare seriamente.


E con questo ho terminato il mio giro, trascurando volutamente le semi-ammiraglie Canon e Nikon (il cuore non avrebbe retto).
Ho detto tutto? Ah no, manca una cosa: alle 13,30 la porchetta, purtroppo, non è stata all'altezza delle aspettative. Ma per il resto, questo Photoshow è veramente da vedere.

0 commenti:

Posta un commento