31 maggio 2012

Roma è come il sole, splende così tanto da offuscare le stelle che gli stanno accanto.
E una di queste è sicuramente il Lucus Feroniae, un bel sito archeologico a pochi chilometri a nord di Roma. Se desiderate un luogo tranquillo è il posto ideale: per lo più è deserto :(

Eppure di cose da mostrare ne ha: c'è il Foro romano sul quale si affaccia una basilica, un tempio di epoca repubblicana e un altro tempio di un dio non ben identificato; il foro è fiancheggiato da un viale, sul quale si affacciano negozi e botteghe; un complesso termale che gli studiosi datano, per i materiali ceramici rinvenuti, all'età imperiale; un anfiteatro di forma quasi circolare le cui ridotte dimensioni (il diametro è di 35 metri) lasciano supporre che la popolazione della cittadina non doveva superare le 1000-1500 persone.
E i mosaici che ancora adornano alcune stanze sono splendidi. Il tutto immerso in una campagna un po' selvaggia.

Il piccolo museo ospita alcune statue, un bel bassorilievo con lotta tra gladiatori e oggetti e suppellettili rinvenuti durante gli scavi.
L'ingresso al museo e all'area archeologica è gratuito (sic!), cos'altro si può pretendere?

Il Lucus Feroniae si trova vicino alla città di Capena, 40km circa a nord di Roma (lungo la via Tiberina).
Informazioni sugli orari di apertura sul sito della Soprintendenza Beni Archeologici Etruria Meridionale. Un po' di fotografie, invece, le trovate qui sotto.







Giovanni B.

0 commenti:

Posta un commento