Gianni Rodari e l'errore della Torre di Pisa

Fotografia della torre di Pisa
Pisa, giugno 2020

Per caso, quella sera, c’era la luna. (Anzi, non per caso: c’era perché ci doveva essere). Al chiaro di luna la torre era così bella, pendeva con tanta grazia, che il professore rimase lì estatico a rimirarla e intanto pensava: "Ah, come sono belle, certe volte, le cose sbagliate!". (Gianni Rodari, Il libro degli errori, 1964)

Commenti