3 gennaio 2018

1/03/2018
Oliviero Toscani non è un personaggio che lascia indifferenti. Se non l'hai già verificato, la prossima volta che sei con degli amici prova a buttarla lì:
Oliviero Toscani è, probabilmente, il mio fotografo preferito...
Ti garantisco che è un ottimo sistema per scaldare un po' l'ambiente (e ti anticipo alcune delle risposte che otterrai: "penso a Toscani prima come un grande pubblicitario che come fotografo", "è un provocatore che comunica con la fotografia", "un grande ed abile provocatore", "noiosamente sempre controcorrente", "un pubblicitario, forse geniale, ma sempre pubblicitario", oltre all'immancabile "è un genio", e così via).

Bambino nero e bambino bianco. Fotografia di Oliviero Toscani
© Oliviero Toscani

Questo carosello di emozioni - adorazione, rabbia, odio, venerazione, risentimento - è sufficiente per considerarlo un personaggio interessante. Per questo, se ne hai l'occasione, ti segnalo la mostra "Più di cinquant’anni di magnifici fallimenti", con una ricca raccolta delle più importanti fotografie di Oliviero Toscani (e non ci sono solo le campagne per Benetton).

La mostra è allestita nelle sale dello splendido Castello Aragonese, ad Otranto, dal 20 gennaio a fine marzo.

Oliviero Toscani "Più di cinquant’anni di magnifici fallimenti"
Dal 20 gennaio al 31 marzo
Castello Aragonese, Piazza Castello, Otranto
Info

0 commenti:

Posta un commento