11 ottobre 2017

Pavia ospita, fino al 28 gennaio 2018, 70 tra le più note fotografie di Robert Doisneau (tra i quali Le Baiser de l'Hotel de Ville', 'Les pains de Picasso' e 'Prevert au gueridon), uno dei fotografi più importanti e celebrati dell’intero Novecento.

Robert Doisneau, Los mandiles de Rìvoli, 1978
Robert Doisneau, Los mandiles de Rìvoli, 1978

Quella che Doisneau ha immortalato nei suoi lavori è l'immagine della Parigi più vera: dei bistrot, dei clochard, delle antiche professioni, dei mercati di Les Halles, dei caffè esistenzialisti di Saint Germain des Pres, punto d'incontro per intellettuali, artisti, musicisti, attori, e poeti.
Le meraviglie della vita quotidiana sono così eccitanti; nessun regista può ricreare l’inaspettato che si trova nelle strade
E dei parigini: le donne, gli uomini, i bambini, gli innamorati, gli animali e il loro modo di vivere questa città senza tempo. E dei bambini: Il lavoro di Doisneau dà risalto e dignità alla cultura di strada dei bambini, ritornando spesso sul tema dei più piccoli che giocano in città, lontani dalle restrizioni dei genitori, trattando il tema del gioco e dell’istruzione scolastica con serietà e rispetto, ma anche con quell’ironia che si ritrova spesso nei suoi scatti.


Robert Doisneau. Pescatore d'immagini
Dal 14 ottobre 2017 al 28 gennaio 2018
Palazzo del Broletto, Piazza della Vittoria, Pavia
Info


PS: se ti piace, condividi!

0 commenti:

Posta un commento