17 luglio 2017

Tra tutte le ultime fotocamere presentate e provate ultimamente, due sono quelle che hanno fatto breccia nel mio cuore: la Panasonic GX80 e la Fujifilm X-T20.
Entrambe sono compatte e leggere, elemento che io trovo fondamentale in una macchina fotografica da portare in vacanza o in viaggio (l'esperienza insegna che al crescere del peso, cresce la probabilità di lasciare la fotocamera a casa puntando sul fattore "in caso c'è sempre lo smartphone..."); fortunatamente sono in fasce di prezzo diverse e, quindi, non si fanno concorrenza.

Perchè la Panasonic GX80 è la migliore fotocamera sotto i 600 euro?

La Panasonic GX80 è la fotocamera che sto consigliando a chi vuole "contenere" la spesa (non facciamoci illusioni, si tratta pur sempre di 600 euro).

Fotografia della Panasonic GX80 - GX85
La Panasonic GX80 con il compatto zoom 12-32mm


Della GX80 ho già scritto in questa prova, quindi non mi dilungo ulteriormente e cito rapidamente i suoi punti di forza: l'incredibile sistema di stabilizzazione dell'immagine (non puoi capirlo fino a che non l'hai provato), l'ottimo sistema AF (sono un fan della modalità "tracking") e la versatilità foto-video. Il tutto in un corpo veramente compatto



Perchè la Fuji X-T20 è la migliore fotocamera sotto i 1000 euro?

Della Fuji X-T20 non ho mai parlato in precedenza, quindi le dedico qualche riga in più.
In poche parole, la Fuji X-T20 è la migliore fotocamera sul mercato. Perchè?
Perchè hai tutta la qualità d'immagine della Fuji X-T2, un AF velocissimo, un corpo molto compatto (e con l'XF 27mm ottieni un kit da viaggio e da strada perfetto) e costruito alla perfezione.

Fotografia della Fuji X-T20 con il 27mm f/2.8
La mia combinazione preferita: la Fuji X-T20 con l'XF 27mm

Se andiamo a perderci un po' nei dettagli tecnici, vediamo infatti che la Fuji X-T20 ha tutte le funzioni e caratteristiche della Fuji X-T2, tranne quelle pensate principalmente per le esigenze del professionista, cui quindi un fotoamatore può rinunciare serenamente; a fronte di queste rinunce, è più piccola  (118x83x41mm, contro 133x92x49mm), è più leggera (383g contro 507g) e costa meno.

Quali sono le differenze tra la Fuji X-T20 e la Fuji X-T2?
In ordine sparso:
  • il corpo macchina della Fuji X-T20 non è tropicalizzato
  • la Fuji X-T20 ha uno slot per le schede di memoria (compatibile con lo standard UHS-I), la X-T2 ne ha due (compatibili con lo standard UHS-II)
  • il mirino della X-T20 è più piccolo (0,39' contro 0,5'), anche se la risoluzione è la medesima (2,36 milioni di punti), con un ingrandimento minore (0,62 contro il 0,77) e con una velocità di aggiornamento minore (54fps contro 1000fps)
  • la Fuji X-T20 adotta un semplice monitor basculante, e non orientabile secondo l'inusuale schema adottato dalla X-T2, con una risoluzione inferiore (920k punti vs 1.040k punti)
  • la Fuji X-T20 ha il monitor tattile, che permette di scegliere il punto di messa a fuoco con una semplice pressione; la Fuji X-T2 ha un joystick per la selezione rapida del punto AF
  • lo scatto "a raffica" della Fuji X-T20 è meno veloce
  • l'otturatore meccanico della X-T20 "si ferma" a 1/4000s rispetto al 1/8000s della sorella maggiore
  • il modulo AF è il medesimo, così come i punti di messa a fuoco, ma solo la Fuji X-T2 permette di personalizzare i parametri di funzionamento della modalità AF-C
  • la Fuji X-T20 non ha la ghiera di selezione della sensibilità ISO
  • il tempo di sincro flash, sulla carta, è minore: 1/180s per la X-T20, 1/250s per la X-T2. Scrivo "sulla carta" perchè anche con la Fuji X-E1 uso tranquillamente 1/250s, senza alcun problema (idem per la Fuji X-T20, verificato)
  • la funzione di scatto tethered è riservata alla Fuji X-T2
  • la Fuji X-T2 ha una connessione USB 3.0, più veloce dell'USB 2.0 che si trova sulla X-T20
Questo è tutto quello che sono riuscito a trovare (se ne hai qualcun'altro, o c'è qualche errore, ti prego di segnalarmelo nei commenti). Sono tutte funzioni e caratteristiche delle quali comprendo l'utilità su di una fotocamera pensata per un professionista ma delle quali io, fotoamatore, posso serenamente fare a meno.
E, infatti, sabato mattina mi sono fatto regalare da mia moglie una fantastica Fuji X-T20 nera. Per l'appunto, la migliore fotocamera sul mercato. :)

Ciao (e, se l'hai trovato utile, condividilo!)
Giovanni B.



PS: che fine ha fatto la mia  cara X-E1? Puoi stare tranquillo: è al sicuro, nelle mani emozionate di mio figlio, quello che esattamente un anno fa mi aveva già "rubato" la Nikon Fm 3A.


7 commenti:

  1. Se al medesimo prezzo della X-T20 ti avessero proposto la X100F che avresti fatto?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Walker!
      Avrei preso la X100F, ovvio... e poi l'avrei rivenduta per comprarmi la X-T20, e con il resto mi sarei fatto una breve vacanza. :)
      Battute a parte, siccome ho scelto di semplificarmi la vita e di ridurre al minimo necessario l'attrezzatura, ho bisogno di una macchina fotografica che mi consenta, almeno, di cambiare un paio di ottiche, a seconda del mio umore.
      La X100F potrebbe rappresentare un ulteriore passo verso la "semplificazione" (una macchina, un'ottica e basta!), ma in questo momento ho bisogno di garantirmi un minimo di versatilità.
      E poi... nessuno mi ha proposto una X100F al prezzo della X-T20 :)

      Un abbraccio!

      Elimina
  2. Ciao Giovanni,
    sto studiando la Lumix LX100, che preferisco per il peso e le dimensioni ridotte, oltre l'ottica 1.7 - 2.8, ma anche le tue riflessioni sulla GX80, e il tuo video che illustra l'effetto dello stabilizzatore, sono molto interessanti. Propendo un po' per la LX100 che porterei spesso in viaggio, anche in moto, dove monto una miniborsa sulla forcella. Certo che se le prestazioni della GX80 sono così superiori, forse potrei accettare qualche cm. e un etto e mezzo in più... ma a parte lo stabilizzatore e alcune funzioni tipo post focus o display mobile, trovi la GX80, con 12-32, migliore anche in termini di qualità d'immagine foto/video?
    Grazie per l'attenzione e per il tuo bel sito
    Francesco

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Francesco,
      il 12-32mm non mi ha entusiasmato particolarmente, soprattutto nelle situazioni di controluce. E' però vero che, da chiuso, è tremendamente compatto: insomma, da una parte o dall'altra qualcosa si deve cedere.

      LX100 e GX80 hanno due anni di differenza e, onestamente, si nota, soprattutto per quello che riguarda il sistema di stabilizzazione. Tieni poi presente che la LX100 (per la sua particolare progettazione) sfrutta "solo" (al massimo) 13 dei 17mp del sensore, mentre la GX80 arriva a 16mp.
      So che si parla di una LX200, ma non ho alcuna notizia recente.

      In sostanza... io accetterei qualche cm e un etto e mezzo in più. Tanto li porta la moto, non tu! :)

      Ciao
      Giovanni

      Elimina
  3. Ciao Francesco, in attesa che ti risponda Giovanni sulle peculiarita tecniche delle due macchine, ti posso dire che la LX100 è una fotocamera eccezionale per noi motociclisti. Le dimensioni sono perfette, compatta quanto basta, la tengo in una borsetta con la tracolla agganciata con un moschettone alla bretella della zaino per evitare che durante venga in avanti a impicciare durante la guida. L'ergonomia è perfetta, quando la estrai dalla borsa puoi vedere come è settata anche quando è ancora spenta senza dover nemmeno accostare l'occhio al mirino, tempi e diaframmi sono in bella vista sull'obiettivo e sulla ghiera. La quasi totalità delle volte la puoi usare con una mano sola, accensione, zoom e compensazione dell'esposizione li usi con la sola dx anche con guanti leggeri, senza togliere la mano sx dal manubrio. Il difetto? Non è tropicalizzata e quindi in situazioni "estreme" entra povere. La mia LX100 è sopravvissuta al suo primo viaggio "offroad" (Marocco) ma al ritorno del viaggio successivo (Mauritania) complice anche una piccola tempesta di sabbia, ho dovuto far pulire il sensore, cosa complicata in una fotocamera ad ottica fissa, e sostituire la ghiera dei regolazione dei diaframmi.
    Per noi motociclisti per essere perfetta dovrebbe essere tropicalizzata (o meglio protetta), avere magari lo schermo LCD "tiltable" e possibilità di essere caricata via USB, così da non doversi portar dietro un caricabatterie in più.

    RispondiElimina
  4. Giovanni,
    non hai trovato un po' piccola la x-20? Ho una x-t10 ed ho dovuto acquistare una impugnatura supplementare per non impicciarmi le dita :):).
    Mi piacerebbe cambiare la t10 con la t20...
    Un saluto
    Alberto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Alberto,
      sì, la X-20 è piccola, qualcosa meno (in larghezza) della X-E1.
      E questo è uno dei motivi per i quali l'ho scelta; tieni presente che io non ho le mani grandi, anzi, quindi mi calza alla perfezione :)
      L'altro motivo è la velocità dell'AF
      L'ultimo, la qualità dei jpeg; ha me la resa del nuovo sensore + processore piace molto, ma conosco appassionati che, ad esempio, preferiscono quella del "vecchio" sensore, soprattutto in stampa.
      Passare dalla T10 alla T20? Devi valutare se le novità introdotte dalla T20 ti possono servire veramente.
      Io venivo dalla X-E1 e, anche se l'ho tenuta, il salto è notevole (mirino, monitor, AF, simulazione pellicola classic chrome + acros,...), insomma, i motivi per giustificare il passaggio iniziavano ad esserci e ad essere evidenti. Dalla X-T10 alla X-T20 il salto c'è, ma va valutato un po' più attentamente.

      Ciao!

      Elimina