25 maggio 2017

Dopo aver pubblicato le caratteristiche della Fuji X100F, e in attesa delle prime recensioni "indipendenti" (anche se non è il termine corretto*), ho pensato di raccogliere in un post a parte le impressioni, i video e le foto realizzati dagli X-Photographers (ovvero, gli ambassadors Fuji), spesso con modelli di pre-produzione.
Un primo assaggio per vedere come si è comportata la Fuji X100F nel mondo reale.

La calotta con le ghiere della Fuji X100F nera
La Fuji X100F

Prima di proseguire, ti ricordo che se acquisti su Amazon la Fuji X100F, o un qualsiasi altro prodotto, tramite questo link, mi aiuti a far crescere questo blog senza spendere un centesimo in più. Grazie!

Gallerie di foto con la Fuji X100F



Prime impressioni sulla Fuji X100F

Riccardo Spatolisano
«La X100F è un notevole aggiornamento della X100. Questa macchina è stata per molti il primo passo verso il mondo delle mirrorless.
Fujifilm conferma con questa versione la volontà di proseguire nello sviluppo di questo segmento, nonostante l'importante passo verso il "medio formato" con l'uscita della nuova GFX, che sicuramente apprezzeremo nel prossimo futuro.
Per concludere, ciò che davvero ho apprezzato in questa nuova versione è stata la coerenza e l'attenzione alla versatilità, importanti caratteristiche per tutti coloro che sono alla ricerca di un mezzo da poter utilizzare in qualunque situazione professionale o privata.»


Bjorn Moerman
«La X100F ha lo stesso sesnore CMOS X-Trans III da 24.3mp che abbiamo visto per la prima volta, lo scorso anno, sulla X-Pro2 e sulla X-T2. Per me questa è la dimensione ideal per un sensore CMOS. C'è il sensore X-Processor Pro che garantisce una molto maggiore velocità di scrittura ed una messa a fuoco leggermente più veloce. Dal monento che l'ottica è la stessa della X-100T, molto probabilmente non vedremo quei miglioramenti nella velocità di messa a fuoco che abbiamo visto, ad esempio, nella X-T20 rispetto alla X-T10»


Derek Clark
«Detesto sembrare banale, ma la X100F è, ad oggi, la migliore di tutta la serie X100. La X100F, X-Pro2 e X-t2 hanno fatto un tale passo avanti rispetto alle altre fotocamere della serie X che sto per vendere le mie due X-T1 e, forse, anche la X-E2, per acquistare la X100F, la X-Pro2 e la X-T2. Non so ancora quale sarà il destino della mia X100T.
Se hai un'altra X100, la prima, la S o la T, non devi neppure pensarci, passa - se puoi farlo - alla X100F e non sarai deluso. F sta per "Fourth" (la quarta della serie, ndr), ma anche per Fast (veloce) o un'altra parola che inizia sempre con la F (Fucking, fottuta, ndr) :o)
La X100F rasenta la perfezione. Ovviamente ognuno di noi ha le sue preferenze su come imposatare la propria fotocamera e Fuji le ha rese estremamente personalizzabili, grazie al menù rapido Q, al My Menu e a tutti i pulsanti personalizzabili.»


Ivan Joshua Loh
«Penso che la domanda che in molti si stanno ponendo e se vale la pena passare alla X100F. Se hai la X100s, la mia risposta è "sì". Ed è "sì" anche se hai la X100T. La nuova X100F è effettivamente migliore. E' una razza completamente diversa. La sola qualità d'immagine del nuovo sensore da 24mp e il nuovo sistema AF sono sufficienti a giustificare il passaggio alla X100F.»



Matthew Hart
«Le fotografie dovrebbero parlare da sole e negli ultimi tre mesi ho usato la X100F in condizioni climatiche estreme, e non ha perso un colpo, anche se non è tropicalizzata. L'ho portata a Glencoe, nelle Highlands scozzesi, nell'ultimo viaggio con Fujiholics e abbiamo toccato i -16°. Mi è ritornata a novembre, quando la luce invernale è al suo minimo, quindi la maggior parte di queste foto è stata scattata ad ISO piuttosto alti, e mi piace come la X100F si è comportata. ...
Mi piace la semplicità delle fotocamere con ottica fissa, e tutte le X100, dalla prima all'ultima, ti danno questa piacevole sensazione di libertà.»


Flixel Pix
«Sono la portabilità e le prestazioni che rendono la X100F una fotocamera cosi affascinante per l'uso quotidiano. E' a suo agio sia per le strade di Belfast come sulle montagne di Mourne o in uno studio di registrazione. ...
E' costruita benissimo, e si respira un'aria di esclusività, è la perfetta combinazione tra forza ed eleganza.»


Olaf Photo
«Dalla presentazione della X100, ogni modello successivo ha portato i cambiamenti e i miglioramenti richiesti dai fotografi. La X100F non è rivoluzionaria, ma piuttosto un'evoluzione, e questa è una buona cosa. Con il nuovo sensore, l'ampio mirino ottico/elettronico, la funzionalità (e la batteria) migliorata e allineata a quella delle ultime Fuji X e lo stesso, eccellente 23mm F2, la X100F è, per me, l'ammiraglia delle Fuji X.
E se mi piace fotografare con la X-Pro2 e la X-T2, la X100F si interconnette e crea un ponte tra la mia intuizione, visione e creatività e la meccanica dello scatto fotografico in un modo che nessun'altra fotocamera fa e, per questo, per me è la macchina fotogrfica definitiva.»


Patrick La Roque
«E' un momento importante: il giovane, scapigliato e disorganico sistema X ha raggiunto la maturità. Un'anno fa ero a Tokyo per dare il benvenuto alla premiata X-Pro2 e per celebrare il quinto anniversario della serie X. Guardo a tutti i modelli precedenti, ai modelli del 2017, ai nuovi orizzonti che si aprono con la tanto attesa GFX50S: guardo a come tutti questi filoni sono confluiti assieme, e a come i diversi disegni si sono evoluti e armonizzati... è difficile non sentirsi euforici. Ma, alla fine della giornata, c'è una certezza: la X100 è e sarà sempre la mia fotocamera prediletta per raccontare storie, e la X100F ci porta, per l'ennesima volta, ad un nuovo livello.»


Kevin Mullins
«Quando, sei anni fa, sono passato alla serie X, la cosa che più mi aveva convinto era il divertimento che si prova a fotografare con queste piccole, concrete fotocamere. E questa sensazione rimane anche oggi. Anche se per il lavoro uso le X-Pro2, la X100F è già diventata la mia fotocamera personale. E' quella che mi porto sempre dietro; è quella con la quale scatto praticamente tutti le mie foto personali, quelle familiari, ed è quella, di tutta la serie X, che più mi piace usare. Uso anche la mia X70, ovviamente, ma quella è una scelta più ragionata. La X100F è la fotocamera più semplice da prendere quando si tratta di andare a fotografare. Semplicemente, mi piace usare la mia X100F.»



Jonas Rask
«Lo scorso anno ho potuto provare praticamente tutte le nuove Fuji X. E anche se tutti i nuovi gingilli mi affascinano, alla fine torno sempre alla sere X-Pro e X100. Semplicemente, sono gli strumenti più adatti per me. Indubbiamente, ci sono altre fotocamere più evolute tecnologicamente, con un AF più veloce, o più resistenti. Ma per me non ci sono fotocamere migliori! Accendono la mia creatività, che diventa la mia compagna quando fotografo. Sono le macchine che mi permettono di fotografare secondo la mia visione fotografica.»


Ian McDonald
«Ho intitolato questo post "Il ritorno a casa", perchè per buona parte del 2016 ho trascurato la X100T, abbandonando una serie che aveva cambiato la mia vita. La X-Pro2 è diventata il mio strumento di lavoro, e spesso uso anche la X-T2. Entrambe sono fantastiche, ma ammetto che ho guardato spesso la X100T domandandomi quando Fuji avrebbe portato tutta la sua più recente tecnologia nella seria X100. Dopo qualche mese con la X100F, posso dire con tranquillità che questa torna ad essere la mia fotocamera principale, e le altre saranno impiegate solo nei lavori dove mi serve una lunghezza focale differente. Semplicemente, fotografare con la X100F sembra naturale. E' un ritorno a casa.»


Sandro Georgi
«Giunta alla sua quarta versione, la X100F è un'importante evoluzione della serie X, una versione che sono stato molto contento di poter provare. ... La X100F mi è arrivata al momento giusto. Dopo essere stato in viaggio per due mesi, ero scarico e non molto motivato ad uscire e fotografare. Con la X100F ho avuto tra le mani una fotocamera che potevo mettere in tasca ed ho iniziato a portarla dappertutto, fotografando tutti i piccoli fatti della vita quotidiana. Una vera gioia.»


Ciao
Giovanni B.


(*) Il termine "indipendente" non è corretto, perchè può far pensare che io reputi l'opinione di uno di questi X-Photographers "non del tutto indipendente". In realtà, sono certo che nessun fotografo professionista assocerebbe mai il proprio nome ad un pensiero che non condivide, tantomeno sul web, tantomeno per il semplice fatto di aver potuto provare una fotocamera in anteprima. Diciamo che questi professionisti, essendo legati spesso allo sviluppo del progetto, hanno potuto "creare" la X100F a loro immagine e somiglianza, e probabilmente si sono anche un po' affezionati al risultato. Ecco, "indipendenti" va inteso in questo senso: "meno affettivamente coinvolti". Sempre che sia possibile.

2 commenti: