26 gennaio 2017

1/26/2017
2
La Pentax KP è una reflex compatta, tropicalizzata, progettata pensando agli appassionati che amano viaggiare.
E' una fotocamera di fascia media con caratteristiche molto interessanti (e, in alcuni casi, superiori a quelle dell'ammiraglia Pentax K-1):
  • il sistema di stabilizzazione, ad esempio, permette un recupero di 5 stop (3,5 per la K-1)
  • o la sensibilità massima, che arriva all'incredibile soglia degli 819.200 iso
  • i 25 punti centrali del sistema AF a croce
  • il corpo in lega di magnesio tropicalizzato, che permette di operare con temperature fino a -10°C
  • o le impugnature intercambiabili, per scegliere quella più adatta alle proprie esigenze.
Le dimensioni compatte e il corpo tropicalizzato la rendono ideale per tutte le attività all'aperto, fino, come precisa Ricoh nel comunicato stampa, "alle più impegnate riprese outdoor in condizioni meteo ostili".

Fotografia della Pentax KP
La Pentax KP nella versione silver e black

La Pentax KP sarà disponibile dal 25 febbraio, nelle due versioni silver e black, al prezzo di 1.100$ (prezzo e disponibilità si riferiscono al mercato statunitense. Non chiedetemi come mai queste due informazioni non siano già disponibili per il mercato italiano, per me è un mistero).


Principali caratteristiche della Pentax KP

Sensore CMOS di formato APS-C con 24,3 MP, senza filtro AA
Funzione di simulazione del filtro AA, con intensità regolabile
Processore PRIME IV
Sensibilità da ISO 100 a ISO 819200
Sensore stabilizzato con Shake Reduction a 5 assi
Funzione Pixel Shift per fotografie ad alta risoluzione con funzione Motion Correction, che rileva automaticamete l'eventuale movimento di soggetti nella scena nel corso dell'esposizione, minimizzandone l'effetto in fase di elaborazione dei dati e sintesi dell'immagine.
Fino a 7fps
Mirino ottico con pentaprisma in vetro, copertura 100%, ingrandimento 0,95x
Monitor LCD a colori TFT da 921k punti, 3 pollici inclinabile con struttura "air gapless" e vetrino temperato
Autofocus SAFOX 11 a 27 punti (25 centrali di tipo a croce)
Flash P-TTL a scomparsa
Pulsante memorizzazione AE e AF
Otturatore meccanico fino a 1/6000s
Otturatore elettronico fino a 1/24000
Registrazione video FullHD a 60i/30p
Pulsanti (3) e ghiere personalizzabili
Bracketing per profondità di campo, movimento e misurazione dell'esposizione
Flash pop-up incorporato
Funzione intervallometro per la ripresa di time-lapse
Corpo in lega di magnesio tropicalizzato
Wi-Fi incorporato
Dimensioni: 131,5x101x76mm
Peso: 642 grammi solo corpo, 703 con batteria e scheda di memoria



Ciao
Giovanni B.

2 commenti:

  1. Ah, ah!.. il video dei maltrattamenti mi fa un po' soffrire, comunque sembra fatta per reggerli, e le sue caratteristiche, sulla carta, sembrano interessanti. Come possessore di due Pentax analogiche ho una certa simpatia per il marchio e spero che anche col digitale lavorino bene. L'unica cosa che mi sembra di notare, vedendola fra le mani degli utilizzatori nel video, è che non sia una vera compatta, solo una reflex di medie dimensioni con un lato un po' "tagliato".. in ogni caso la proverei volentieri.
    Grazie del post e un saluto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Francesco. Diciamo che per essere una reflex, con pentaprisma (e non pentaspecchio) e corpo tropicalizzato... hanno fatto di tutto per contenere le dimensioni. Proprio compatta, sono d'accordo, non lo è, soprattutto se confrontata con le dimensioni cui ci hanno abituato le mirrorless.
      La tropicalizzazione delle pentax è sempre stata molto buona: ricordo un altro video di una Pentax buttata nella sabbia e poi lavata in doccia che ha ripreso a funzionare senza problemi. Fosse mia, però, non lo proverei a fare a casa.

      Buona giornata
      Giovanni

      Elimina