28 dicembre 2016

È una foto scattata in occasione dello sbaraccamento del rione Taormina a Messina, una zona molto degradata con case fatiscenti e pronte a crollare.
Tutte, però, occupate.
Mi ha colpito molto il fatto che questo bambino sia entrato in casa sua un minuto prima che fosse demolita per prendere il suo pallone per poi sdraiarsi li, ad osservare la demolizione della sua abitazione.
Ho visto molta malinconia nel suo atteggiamento, stringe forte il "supertele" che per me rappresenta l'ultimo abbraccio a una parte della sua infanzia... era un momento di transizione per lui, uno di quei momenti della vita dove comprendi che niente sarà più uguale a prima, ho letto questo nei suoi occhi e nel suo atteggiamento.
Per questo è la mia fotografia migliore del 2016 perchè, senza parlarci, io e lui ci siamo capiti, almeno voglio credere che sia così...

Ciao
Francesco Algeri
 
Fotografia di Francesco Algeri

2 commenti:

  1. Bellissima interpretazione del tuo scatto, oltretutto, molto intenso.
    Un saluto, Davide

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Davide, ho girato il tuo commento anche a Francesco, l'autore della foto.
      Mi scuso con il ritardo con il quale l'ho pubblicato e, visto che siamo appena all'inizio, ti auguro di cuore un sereno 2017.

      Giovanni

      Elimina