19 ottobre 2016

Tempo fa, non tantissimo, non mi ricordo in quale forum c'era un tizio che, dopo qualche ora di foto con la nuova fotocamera, si lamentava del funzionamento dell'AF della Fuji X-T2.

In quel momento  mi è venuta  l'idea per questo post. Che non è altro, lo preciso da subito, che un copiaincollaerisistemunpo' di tutto quello che già si può trovare a questi link:
Forse trovare tutto condensato in una pagina può aiutare a comprendere il funzionamento dell'AF della Fuji X-T2 e a sfruttarne a fondo le caratteristiche (qui trovi anche un articolo che approfondisce le differenze tra l'AF della X-T2 e quello della X-Pro2, con firmware v. 1.00).

Sito Fujifilm dedicato al funzionamento del sistema AF delle Fuji X
La guida completa, on line, al funzionamento del sistema AF delle Fuji X



Se rilevi delle imprecisioni o hai osservazioni  da fare o integrazioni da suggerire per migliorare questo post, sono sempre ben gradite.
Ciao
Giovanni B.

Come impostare correttamente i parametri dell'AF-C della Fuji X-T2, in funzione del tipo di movimento del soggetto



Fujifilm ha migliorato in modo sostanziale l'algoritmo dell'AF-C per incrementare la precisione con cui la Fuji X-T2 segue i soggetti in movimento.
Il comportamento dell'AF-C dipende da tre parametri:
  • sensibilità del tracking;
  • sensibilità dello speed tracking;
  • cambio zona;
La Fuji X-T2 mette a disposizione 5 preset (adatti a 5 diverse situazioni); inoltre, è anche possibile impostare singolarmente ogni parametro, per ottimizzare il comportamento della messa a fuoco in funzione delle proprie necessità.

Iniziamo a vedere cosa "significano" questi parametri e quali valori possono assumere. Capito questo, sarà più facile scegliere uno dei preset, o impostarne uno funzione delle proprie necessità.

Impostare la sensibilità del tracking

Questo parametro è utile quando l'oggetto che si sta seguendo scompare dietro un ostacolo o esce dalla cornice, oppure quando un secondo oggetto entra nella cornice ad una distanza sostanzialmente diversa dal soggetto iniziale.
Quest'impostazione consente, infatti, di specificare se la fotocamera deve spostare il fuoco su un altro soggetto per mantenere la messa a fuoco oppure aspettare che il soggetto iniziale riappaia.
Selezionando 0 la fotocamera sposta immediatamente il fuoco, mentre scegliendo un valore da 1 a 4 aspetta, per un tempo variabile (nel dettaglio 1=0,4s; 2=0,7; 3=1,0s; 4=1,3s), che il soggetto riappaia, prima di spostare il fuoco.
Sulla X-Pro2, e sulle altre fotocamere della serie X, questo parametro (non modificabile) è impostato a "2" (0.7 sec).

Impostare la sensibilità dello speed tracking

Prima della X-T2, la fotocamera per predire il movimento del soggetto inquadrato ipotizzava che questo si muovesse con una velocità costante. Il che va bene se il soggetto è un treno o un atleta in pista, ma non va bene, ad esempio, con le automobili o le moto, che accelerano e frenano, e cambiano continuamente direzione, il che comporta un continuo cambiamento della distanza tra fotocamera e soggetto.
In parole povere, la velocità di cambiamento del punto di messa a fuoco può non essere costante.
Questo parametro permette, quindi, di "dire" al sistema AF se lo spostamento del soggetto avviene ad una velocità costante o variabile: selezionando 0 (velocità costante), la fotocamera non considera il cambio velocità quando prevede i movimenti del soggetto; scegliendo 2 (velocità variabile) la fotocamera considera i cambiamenti di velocità nella previsione del movimento del soggetto, rendendo questa impostazione adatta ai soggetti in accelerazione e decelerazione.

Impostare il cambio zona

Questa impostazione è disponibile solo nella modalità AF zona e consente di specificare a quale parte dell'area di messa a fuoco dare priorità.
Selezionando CENTRO, il sistema mantiene il fuoco al centro della cornice (che non è necessariamente il centro dell'inquadrature!); FRONTALE, sposta il fuoco al soggetto in primo piano all'interno della cornice se il soggetto originale esce dalla cornice. AUTO insegue il soggetto sul quale è stato messo a fuoco inizialmente.
Sulla X-Pro2, e sulle altre fotocamere, questo parametro non è impostabile, ma funziona all'incirca come la modalità "AUTO".





I preset per l'AF-C della Fuji X-T2

Le cinque modalità preimpostate nelle impostazioni personalizzate dell'AF-C rappresentano una combinazione di questi tre fattori.

Modalità preimpostata 1: Base

Questa è un'impostazione standard per soggetti in movimento in generale. Viene usata di default quando non è stata selezionata nessuna specifica impostazione personalizzata dell'AF-C. Questa è la più simile all'impostazione dell'AF-C dei modelli precedenti.
Impostazioni:
Sensibilità del tracking: 2
Sensibilità dello speed tracking: 0
Cambio zona: auto

Modalità preimpostata 2 : Ignora gli ostacoli e continua a tracciare il soggetto

Adatta quando oggetti diversi dal soggetto entrano nell'area di messa a fuoco, perché il soggetto è uscito dalla cornice oppure quando ci sono ostacoli che oscurano il soggetto. Ad esempio, per la partita di calcio del figlio
Impostazioni:
Sensibilità del tracking: 3
Sensibilità dello speed tracking: 0
Cambio zona: centro

Modalità preimpostata 3: Soggetti in accelerazione/decelerazione

L'impostazione perfetta per i soggetti la cui velocità di movimento cambia in modo evidente. È particolarmente efficace se si usa un obiettivo con un motore lineare per il tracking del fuoco ad alta velocità. Ad esempio, durante una gara di auto o moto
Impostazioni:
Sensibilità del tracking: 2
Sensibilità dello speed tracking: 2
Cambio zona: auto

Modalità preimpostata 4: Per soggetti che entrano improvvisamente nella cornice

Consente la messa a fuoco istantanea su un soggetto che entra in area di messa a fuoco, con priorità per gli oggetti più vicini alla fotocamera. È ideale per soggetti che appiano improvvisamente nella cornice della messa a fuoco. Ad esempio: sciatore che entra nell'inquadratura durante una discesa
Impostazioni:
Sensibilità del tracking: 0
Sensibilità dello speed tracking: 1
Cambio zona: frontale

Modalità preimpostata 5: Soggetti con movimenti irregolari

È adatta quando i soggetti si muovono a velocità varia in diverse direzioni, entrando e uscendo dalla zona di messa a fuoco. Esempio: tennista durante una partita di tennis.
Impostazioni:
Sensibilità del tracking: 3
Sensibilità dello speed tracking: 2
Cambio zona: auto

Modalità preimpostata 6: Personalizzata

"Giocando" con i tre parametri puoi creare una tua modalità preimpostata, ottimizzata in funzione delle caratteristiche di movimento del tuo soggetto. Come visto, puoi regolare il livello di mantenimento del soggetto, il livello di accelerazione/decelerazione e la priorità della zona, e salvare il tutto come modalità preimpostata.

0 commenti:

Posta un commento