8 agosto 2016

8/08/2016
La Sony A6300 è una macchina fotografica incredibile (su questo tutte le recensioni sono unanimi!): ha un corpo minuscolo e tantissime funzioni, compresa la registrazione video 4k.
La combinazione "corpo piccolo" + "video 4k" non è, però, una delle più semplici da gestire: la registrazione di video 4k sollecita il processore, generando calore, e il corpo di piccole dimensioni non aiuta a dissipare il calore generato.
Puntuali, infatti, sono arrivate le segnalazioni di surriscaldamento del sensore della Sony A6300, che porta allo spegnimento automatico della fotocamera anche solo dopo una 15ina di minuti di registrazione di video in 4k.

Fotografia della Sony A6300

Per risolvere il problema erano stati studiati percorsi alternativi, dall'utilizzo di batterie esterne all'impiego di schede molto veloci (per approfondire l'argomento, o anche solo per curiosità, ti rimando al sito di Erik Naso), ma nessuna soluzione si era rivelata definitiva.

Ora, sembra che il problema del surriscaldamento del sensore della Sony A6300 sia arrivato ad una conclusione. Sony ha infatti rilasciato un aggiornamento del firmware (v.1.10) che "Migliora la stabilità della fotocamera durante l'acquisizione di immagini fisse regolando la temperatura interna".

E sembra che la soluzione funzioni: il sito "Mirrorless Curation" ha messo alla prova una Sony A6300 con il nuovo firmware, rilevando che
il messaggio di surriscaldamento del sensore è apparso solo dopo un ora di registrazione continuata di video 4k in una stanza a 20°C.
Se vuoi metterlo alla prova, puoi scaricare il nuovo firmware per la Sony A6300 dal sito ufficiale Sony.

Ciao
Giovanni B.

0 commenti:

Posta un commento