22 giugno 2016

6/22/2016
4
Oggi è stata presentata l'Hasselblad X1D: doveva essere una rivoluzione, e rivoluzione è stata. E, credo, gli "effetti" li vedremo ancora di più nei prossimi mesi.

Fotografia della Hasselblad X1D
L'Hasselblad X1D è una mirrorless con sensore medioformato

L'aspetto principale è che è una medioformato (il sensore misura 43,8×32,9 mm), è  leggera (725g con la batteria, meno della Canon ESO 7D Mark II), ed è compatta (150 x 98 x 71 mm)
Si dice che un'immagine vale più di 1000 parole e, quindi, ecco qui il confronto fornito da Hasselblad stessa.

Le dimensioni della Hasselblad X1D
Le dimensioni dell'Hasselblad (si vede l'enorme sensore) e alcune "concorrenti"

Le fotocamere di riferimento sono "mute", ma è abbastanza facile capire di chi stiamo parlando.

Torniamo all'Hasselblad, perchè la X1D non è solo "dimensioni compatte" e "peso piuma". C'è, infatti, anche tanta tecnologia
  • il sensore è da 50mp, con una gamma dinamica da 14 stop;
  • lo slot per schede SD è doppio, le immagini possono essere salvate su entrambe le schede contemporaneamente, memorizzate sulla seconda scheda quando la prima è piena, oppure è possibile salvare le immagini RAW su una scheda mentre quelle JPEG sull’altra;
  • c'è il modulo GPS integrato, un connettore USB 3.0 Type-C, luscita Mini HDMI, e gli ingressi e uscite audio;
  • c'è il Wi-Fi integrato, che permette di vedere le anteprime degli scatti e di controllare la fotocamera in modalità wireless (utilizzando Phocus Mobile su un dispositivo iOS);
  • ha un mirino elettronico XGA da 2,36MP, e un monitor posteriore tattile TF da 3" e 920k;
  • l'otturatore ha tempi che vanno da 60 minuti a 1/2000secondo, con sincronizzazione dei flash su tutti i tempi;
  • la gamma ISO parte dai 100 ed arriva ai 25.600 iso;
  • il corpo è in alluminio, ed è progettato per essere resistente alla polvere ed alla pioggia;
  • ha la messa a fuoco automatica mediante il rilevamento del contrasto, con possibilità di intervento di messa a fuoco manuale istantanea;
  • e può registrare video Full HD a 25p.
Utilizza una nuova gamma di ottiche XCD (oggi sono state presentate un 45mm e un 90mm), con otturatore centrale (si era già intuito dai tempi di sincro flash) e, tramite adattatore, può utilizzare tutte le ottiche e i relativi accessori del sistema H.


Costa 7.900 euro, più IVA. Tanto per un fotoamatore, ma per un professionista?

Ciao
Giovanni B.

4 commenti:

  1. Per essere un medio formato davvero compatto il "giocattolo".

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Walker.
      Bel giocattolo, sì. E non appena appaiono le prime recensioni e video inizio a pubblicarli, perchè credo (spero) che ne valga la pena.

      Elimina
  2. Ci sono senz'altro innovazioni. Anche il prezzo è innovativo? Sicuramente si allontana dal pieno formato delle sorelle maggiori; quindi troverà senza dubbio acquirenti. Lascia un po perplessi, invece, un'esposizione massima f1/2000. Anche se l'avranno testato e messo alla frusta non si direbbe una fotocamera da paesaggio "diurno" con i forti contrasti di controluce. Inoltre SDHC memory card.. non potevano usare almeno uno slot con XQD. Saluti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao. Il prezzo, confrontata ad altri sistemi medioformato, direi chè è aggressivo. Quanto alle prestazioni, e alle scelte tecniche, sono curioso di leggere le prime recensioni. E, anche se è una macchina fotografica che esce dalla sfera di interesse di questo blog, una sintesi delle recensioni le troverai tradotte qui.
      A me, ti dico la verità, la cosa che incuriosisce di più è l'aspetto video, e l'immagine che si otterrà da una medioformato.
      Proprio l'aspetto video potrebbe essere il primo a ricevere miglioramenti tramite aggiornamenti del firmware.
      Ciao, e buona settimana
      Giovanni

      Elimina