19 aprile 2016

4/19/2016
Ansel Adams  (1902-1984) è sinonimo di paesaggi in bianco e nero.
E che bianco e nero! Ottenuto, però, con una meticolosa e faticosa cura in fase di esposizione e di stampa della foto.

Ansel Adams Wilderness, fotografia di Peter Essick
Ansel Adams Wilderness

Fortunatamente oggi, grazie a tutto il software che abbiamo a disposizione, possiamo beatamente ignorare la noiosissima teoria del sistema zonale, ed ottenere un bianco e nero perfetto, proprio come quello di Ansel Adams, con Lightroom.
E' una questione di regolazione delle luci, delle ombre e del contrasto. E di un piccolo trucco, subito svelato in questo video.




OK, ti chiedo scusa. :)
Il video, come avrai intuito, era stato caricato il 31 marzo scorso, pronto per il 1 aprile. Non ci avevo fatto caso, e me lo ero "messo da parte", per dedicargli qualche minuto non appena avessi trovato un po' di tempo.

Cioè, questa sera. Ci sono cascato in pieno. :)

In sostanza, tutto il software cha abbiamo è uno strumento, potente quanto vuoi, ma che non serve a nulla (beh, quasi a nulla) senza un po' di studio.

Per inciso, la foto di apertura non è di Ansel Adams, anche se la didascalia è corretta: è una fotografia di Peter Essick, realizzata per il National Geographic in un'area della Sierra Nevada, in California, chiamata per l'appunto "Ansel Adams Wilderness". Qui puoi leggere la storia della foto. (La cosa divertente è che, sui motori di ricerca, la foto è attribuita ad Ansel Adams, e così la trovi in altri articoli e/o forum!)

Questo qui sotto, invece, è veramente un video su Ansel Adams, sul suo lavoro e sulle sue foto; non dura molto, sono solo 6 minuti, ma interessanti.



Ciao
Giovanni B.

0 commenti:

Posta un commento