1 gennaio 2016

Il Panasonic Lumix G Vario 7-14mm F4 ASPH è un obiettivo zoom grandangolare nitido, con AF veloce, sufficientemente compatto e piuttosto leggero. Ma la cosa più affascinante è l'angolo di visuale di quest'ottica, che ti aiuta ad immergerti nella scena ritratta.


Non sono in grado di scrivere una vera e propria recensione del Panasonic Lumix G Vario 7-14mm F4 ASPH, un ottica troppo lontana dai miei utilizzi abituali, e neppure me la sento di chiamare queste poche righe "un test".
Perchè questo zoom grandangolo è un'ottica strana, molto strana, a partire dal paraluce fisso e dall'ottica convessa, che rende impossibile l'utilizzo di qualsiasi filtro.


E, poi, quei 14-28mm equivalenti: si inquadra tantissima roba (me la passi questa espressione?) e, soprattutto a 7mm è facile accorgersi, poi, che nell'inquadratura è entrato anche qualcosa che non doveva entrare. Tipo i miei piedi, per intenderci :)


Ma proprio questo angolo di visuale pazzesco è l'aspetto più interessante del Pana 7-14mm; ancor più se non lo usi per i panorami (come sembrerebbe scontato) ma lo porti a spasso per la strada. Un'angolo così ampio ti spinge (obbliga? consiglia? aiuta) ad entrare sempre più nella scena ritratta, in un modo assolutamente unico. E interessante.


Deforma? Non particolarmente, se mantieni tutto perfettamente in asse. Ma, non appena si sgarra un po', ai bordi dell'immagine deforma, eccome! E come potrebbe essere altrimenti?


Ma è un aspetto facilmente perdonabile: è talmente strano e interessante fotografare a 7mm che tutto il resto non conta.




Giovanni B.

0 commenti:

Posta un commento