11 dicembre 2015

La mia opinione sulla Panasonic G7 la potrei racchiudere in un tweet.
"Pana G7: versatile, personalizzabile, consigliata".
49 caratteri in tutto, me ne rimane ancora qualcuno per gli hastag; in realtà, ne sprecherò qualcuno di più per spiegare perchè mi è piaciuta la G7, e anche cosa non mi è piaciuto.


Permettimi una premessa: ho sempre amato la "serie G" di Panasonic, a partire dalla G5, una delle prime fotocamere recensite.
La G6 era stata una naturale evoluzione del progetto: tremendamente valida, un po' meno emozionante.
La G7 è il modello della maturità (in attesa di essere smentito quando proverò la G8, ovviamente!)
Rispetto ai modelli precedenti, ha linee più squadrate, dimensioni leggermente maggiori, una seconda ghiera sulla destra del mirino (per impostare l'autoscatto o gli scatti multipli); l'impugnatura, inoltre, è leggermente più pronunciata.
Per il resto, la filosofia rimane la stessa: la Panasonic G7 è, come i modelli precedenti, una fotocamera piacevole e facile da usare.
Piacevole perchè non si "intromette" tra fotografo e soggetto, e facile perchè tutti gli ammennicoli sono studiati per permettere al fotografo di concentrarsi sullo scatto, e non sulla fotocamera.



E' evidente: la G7 mi piace. Per tanti motivi.
Penso, anzitutto, al fantastico monitor tattile, completamente orientabile e sempre ben visibile, che permette di selezionare il punto di messa a fuoco e di scattare con un solo tocco, e al sistema autofocus, tremendamente personalizzabile per adattarsi alle diverse situazioni di scatto.


In secondo luogo è, senza dubbio, una della fotocamere più versatili tra tutte quelle che ho provato. Nel senso sia che la puoi usare in diverse situazioni, dalla foto del fiore all'azione sportiva, sia che è adatta all'appassionato di fotografia così come all'appassionato di riprese video (laddove ci sono concorrenti che offrono straordinarie prestazioni fotografiche e mediocri video, o ottimi video e fotografie un po' standard).


Altro elemento degno di nota è il mirino elettronico: non siamo ai livelli della Fuji X-T1 (che è anche su di una fascia di prezzo diversa), ma parliamo di un'ottima realizzazione.
Indubbiamente, poi, è pensata e costruita con cura. Una piccola chicca: anche con l'aggancio del treppiede è possibile aprire lo sportellino per la sostituzione della batteria e della scheda di memoria. Sono i particolari che fanno la differenza! :)



Da ultimo, ed è uno degli aspetti che mi piace di più di questa G7, è la possibilità di personalizzare ogni singola ghiera, leva o pulsante. Questo significa che, perdendoci una mezz'oretta, poi hai in mano una macchina "cucita su misura" sulle tue esigenze ed abitudini.
E' un po' strano, se vuoi: l'elemento che più apprezzo in questa fotocamera è un aspetto non fotografico.
Ma c'è, ovviamente, un motivo: in questi anni raramente ho trovato fotocamere deludenti quanto a resa agli alti iso, gamma dinamica, scatto a raffica etc. OK, ce ne sono di migliori e di peggiori, ma tutte quelle che ho provato, compatte escluse! :), sono più che adeguate alle esigenze di un appassionato.
Quindi la differenza, per quello che mi riguarda, oggi la fa anche l'ergonomia (e, guarda caso, per me ho scelto una X-E1, che fa video... beh, lasciamo perdere! e ha un AF accettabile ma, quando voglio fotografare, "mi calza a pennello").



Tutto bene? Quasi. Non ho apprezzato particolarmente l'obiettivo in kit.
Che fa, per carità!, bene il suo dovere, ma è piuttosto... "cheap". Fuji, tanto per parlare di cose che conosco, come ottica "standard" ha messo uno zoom 18-55 che è uno spettacolo da usare, ed è uno spettacolo da vedere.
Vabbe', esagero un po', ma spero di renderti così la mia impressione: guardi l'insieme "Fuji X + obiettivo" e dici "wow". Con la G7, l'obiettivo ti fa pensare di avere tra le mani una fotocamera un po'... "cheap". E voglio che ti sia chiaro che non è così!
E pensare che, per farmi contento, sarebbe bastato un innesto in metallo, e una finitura un po' meno plasticosa. Più in linea con le finiture della G7, ecco!
Perchè poi, nell'utilizzo pratico, quello che deve fare lo fa bene (senza gridare al miracolo, ma bene).


Quindi, se ti prendi la G7, tienti l'ottica in kit (che, ribadisco, fa più che bene tutto quello che deve fare) fino a che non hai rimesso un po' di soldi da parte ma poi (appena possibile, subito!) regalale un obiettivo: ci sono tante belle ottiche, Panasonic e non, tra cui scegliere, che la G7 sarà in grado di sfruttare a fondo.

In sintesi: la G7 è una fotocamera completa e convincente, ed è un bel passo avanti rispetto alla G6. Che, pure, mi era piaciuta :)



Questo è tutto!
Ciao
Giovanni B.

2 commenti:

  1. Ciao Giovanni complimenti per tutto per il blog per le recensioni. Insomma da quando mi sto' scervellando per capire quale mirrorless sia più "giusta" x la street Photo, ho capito una cosa fondamentale. Ora uso una bridge che per carità e' onestà ma non può scattare in Raw e non lo so' se questo e' problema ma quello che cercò e' comodita' compattezza senza rinunce alla qualita' e forse come si dice x la strada il carpe diem che credo tu sappia cos'e' e meglio di me. Il mio budget e' misero al momento e forse sarebbe caso di aspettare e mettere da parte una cifra più umana x acquistare la camera più adatta o semiprofessionale. Scusa la scrittura a getto, ma volevo in primis farti i complimenti ed avere tanti consigli da un esperto come te. Credimi ne faro' tesoro...;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Mav,
      grazie, anzitutto, per le tue belle parole.
      Non mi sento un esperto, ma mi piace molto parlare di fotografia, lo ammetto :)
      Consigliare la fotocamera giusta, soprattutto a distanza, non è facile: di solito io parto dal budget a disposizione. Volenti o nolenti, il portafoglio comanda! Dici che il tuo budget è misero, ma "misero" è relativo... è da capire meglio
      In secondo luogo, le caratteristiche, e qui tu hai già le idee chiare: comodità, compattezza e qualità.
      Anche così, però, l'elenco è ampio: mi viene in mente la Ricoh GR (è appena uscito il modello nuovo, quindi il "vecchio" si trova a ottimi prezzi), la Panasonic G6 (se la G7 è fuori budget) o, se la trovi, la "vecchia" Olympus OM-D E-M5. Vado così, a spanne, non avendo mai visto come fotografi e cosa fotografi! Non mi farei, in tutta onestà, incantare da un modello "semiprofessionale", non è quello che ti può dare quello che tu stai cercando: guarda con cosa fotografa Daido Moriyama (sempre che tu riesca a scoprirlo)!
      Se hai occasione, prova anche una Fuji: la X-E1 si trova a prezzi imbarazzanti, così come la X-M1 o la X-A1. O, se puoi salire un po' di prezzo, la X-A2.
      Come vedi, possiamo passare la nottata a parlarne (ma non è il caso).
      Se ripassi, lasciami il link a qualche tua foto, così ci conosciamo un po' di più.

      Buona notte
      Giovanni

      Elimina