10 giugno 2015

La Leica Q, presentata oggi, quasi mi stupisce che sia una Leica: tanto per dire, ha un mirino elettronico, l'ottica fissa stabilizzata e fa time-lapse... (poi penso che l'unica fotocamera con sensore monocromatico è una Leica e, allora, sì, tutto torna).

Fotografia della Leica Q


Sinteticamente, ma senza disdegnare qualche commento qua e là, la Leica Q si presenta con queste caratteristiche:
  • sensore CMOS full frame da 24 mp (lo stesso della serie M), senza filtro anti-aliasing
  • gamma dinamica 13 f-stop
  • profondità colore 14bit
  • ottica fissa Summilux 28 mm/f1.7 ASPH - 11 elementi in 9 gruppi, 3 lenti asferiche - con modalità macro (la distanza minima di messa a fuoco è di 17cm)
  • monitor TFT-LCD tattile da 3" e 1.040k pixel, che permette di impostare il punto di messa a fuoco con un tocco delle dita e di scorrere le immagini, o di ingrandirle, come su di uno smartphone
  • mirino elettronico LCOS da 3.68 megapixel
  • stabilizzazione ottica
  • nuovo processore Maestro II, che consente la ripresa di immagini in sequenza fino a 10 fotogrammi al secondo alla massima risoluzione.
  • otturatore ibrido: meccanico (fino a 1/2000s) ed elettronico (fino a 1/16000s)
  • selettore di inquadratura digitale che, oltre al 28mm a piena risoluzione, offre anche lunghezze focali di 35 e 50mm (di fatto, uno zoom digitale). Le cornici corrispondenti sono visualizzate nel mirino premendo un pulsante. Il vantaggio: allo stesso modo di una fotocamera a telemetro, potete ancora vedere ciò che succede al di fuori della cornice luminosa, mantenendo la capacità di reagire più rapidamente ai cambiamenti nella scena e intorno ad essa. Con la Leica Q, questa versatilità rimane disponibile anche dopo che la scena è stata acquisita. Mentre la scena definita dalla cornice è acquisita in formato JPEG, i file in formato DNG mantengono l’intero campo di visione dell’obiettivo 28mm.
  • autofocus a misurazione del contrasto, con modalità di riconoscimento del viso. Sulle prestazioni dell'autofocus, Leica si sbilancia "Straordinario anche l'autofocus, il più veloce della sua categoria." E, sulla brouchure della Leica Q, scrive "Anche l’autofocus della fotocamera opera quasi in tempo reale ed è il più rapido nella categoria delle fotocamere compatte di pieno formato. Per quanto veloci siano i soggetti della vostra vita, l’autofocus della Leica Q è sempre pronto a catturarli." Vedremo più sotto cosa ne pensa dell'autofocus della Leica Q chi l'ha già provata.
  • modalità livew view che, nella messa a fuoco manuale, offre la scelta fra due funzioni elettroniche di supporto: il Focus Peaking mostra i punti nei quali il soggetto è a fuoco mettendo in evidenza i bordi col colore, mentre Live View Zoom mostra le parti a fuoco della scena con un ingrandimento fino a sei volte.
  • sensibilità fino a 50.000 iso
  • funzione time-lapse (fino a 9999 immagini)
  • modulo Wi-Fi integrato
  • modulo NFC
  • video FullHD a 30 o 60 fotogrammi al secondo nel formato di registrazione MP4
  • calotta realizzata per fresatura da alluminio massiccio, corpo è in lega di magnesio
  • dimensioni circa 130 x 80 x 93mm (LxAxP)
  • peso circa 590/640g (senza/con batteria)
  • app per la condivisione delle immagini e il controllo da remoto della fotocamera
  • Adobe Lightroom fornito gratuitamente
Non male, no?



Fotografia del Summilux 28 mm/f1.7 ASPH della Leica Q


Come detto, Leica si sbilancia non poco sulle prestazioni dell'AF della Leica Q. vediamo che ne pensa chi l'ha provata:
  • "Non solo ha l'autofocus ma, e non avrei mai pensato di scrivere una cosa del genere, l'autofocus di questa fotocamera è il più veloce di tutte le mirrorless full frame e compatte che ho provato. Quanto a velocità, siamo a livello delle micro-quattroterzi" (the Phoblographer.com)
  • "Sorprendentemente, l'autofocus è il più veloce di tutte le Leica che ho usato, ed è a livello della mia E-M5 II, che ha l'autofocus più veloce tra tutte le mirrorless che ho provato. E' nettamente più veloce di quello della Ricoh GR. La modalità più precisa e veloce è l'AF a punto singolo, anche se la Leica Q offre anche una modalità di tracking e di AF continua - come in tutti i sistemi a misurazione di contrasto, non sono particolarmente affidabili. Non ha alcun problema ad agganciare la messa a fuoco anche in condizioni di poca luce, almeno fino a quando c'è sufficiente contrasto." (Ming Thein)
  • Ha un autofocus di primo livello, più veloce e preciso di ogni altra fotocamera a focale fissa che ho usato. Nei miei 4 giorni con la Leica Q, ho avuto solo 4 immagini fuori fuoco su diverse migliaia di scatti, e sono piuttosto sicuro che in almeno due casi la colpa sia mia. Non riesco, semplicemente, a pensare ad una mirrorless che possa battere l'autofocus della Leica Q in condizioni di luce normale o scarsa." (Louis Ferreira per Leica Rumors)

Forse Leica non stava esagerando.
Tra le recensioni citate qui sopra, ti consiglio quelle di Ming Thein, con fotografie molto belle e, in secondo luogo, quella di Louis Ferreira.


Fotografia dall'alto della Leica Q


E veniamo al prezzo. Sui siti esteri il costo indicato è 4.250 $; ovviamente, parliamo di una Leica.

Fotografia del dorso della Leica Q







Giovanni B.

2 commenti:

  1. Leica Q Corpo macchina rivoluzionario per la casa tedesca. Ottimo obbiettivo anche se un apertura a 1.4 diaframma era più consono è ripresa video da migliorare, magari una seconda edizione in 4K. Per il resto è meravigliosa in ogni aspetto ma non perfetta... Taratura contrasto eccessiva in JPEG

    RispondiElimina