20 marzo 2016

3/20/2016
Con la Fuji X-T10, Fujifilm ha presentato il suo sistema autofous più evoluto che, da fine giugno 2015, è arrivato anche sulla X-T1 con un aggiornamento del firmware (v. 4.0), e poi via via su tutti gli altri modelli più recenti: X-E2 (sempre tramite aggiornamento del firmware), X-E2s, X-Pro2 e X70.

Per sfruttare a fondo le potenzialità del nuovo sistema AF, Fujifilm ha realizzato un sito apposito che illustra le modalità AF disponibili (zone, wide/tracking, single point, eye detection, auto macro) e il loro utilizzo in combinazione con il funzionamento (singolo o continuo) dell'AF; dal sito è anche possibile scaricare il scaricare il manuale del sistema AF, applicabile a tutti i modelli citati (Fuji X-Pro2, X-T1, X-E2s, X-E2, X-T10, X70).

Copertina del manuale dedicato al sistema AF della Fuji X-T1 e X-T10


Prima di proseguire ti chiedo un minuto, per ricordarti che puoi aiutarmi a far crescere questo blog semplicemente acquistando su Amazon la Fuji X-Pro2, la Fuji X-T1, la Fuji X-E2s, la Fuji X-E2, la Fuji X-T10, la Fuji X70, o qualsiasi altro prodotto, tramite uno di questi link (e non spendi un centesimo in più). Grazie!

Di seguito la descrizione fornita da Fujifilm delle modalità AF disponibili su tutti i nuovi modelli Fuii (e sulla Fuji X-T1 e X-E2 dopo l'aggiornamento del firmware):
«Il nuovo sistema AF offre una modalità tradizionale su 49-punti rapida e precisa e le nuove modalità “Zone” e “Wide/Tracking” che impiegano un’area di messa a fuoco più ampia di 77-punti per la ripresa di soggetti in movimento.
La modalità “Zone” consente di selezionare zone delle dimensioni 3x3, 5x3 o 5x5 sull’area di 77-punti. Durante la messa fuoco AF-C, la fotocamera insegue il soggetto, posizionandolo al centro della zona. In particolare le zone 3x3 e 5x3, in posizione centrale, permettono una rapida messa a fuoco grazie all’AF a rilevamento di fase, integrato sul sensore. 
La modalità “Wide/Tracking” è una combinazione della modalità “Wide” (in modalità AF-S), dove la fotocamera identifica automaticamente e insegue la zona a fuoco attraverso l’area AF a 77-punti e la modalità predittiva “Tracking” (in modalità AF-C) che utilizza tutta l’area a 77-punti per proseguire l’inseguimento del soggetto. Questa funzione consente di concentrarsi su un soggetto che si muove in tutte le direzioni: in basso e in alto, a destra e a sinistra, in avvicinamento o un allontanamento dalla fotocamera. 
La modalità “Single Point” divide l’area di messa a fuoco in piccole sezioni, determinando accuratamente la distanza dal soggetto per una messa a fuoco di grande precisione. Il range operativo dell’AF a rilevamento di fase, integrato nel sensore, è stato migliorato da 2.5EV a 0.5EV; la messa a fuoco automatica con rilevamento di fase opera a elevata velocità anche in condizioni di scarsa illuminazione o con soggetti a basso contrasto. 
La funzione “Eye Detection AF” della fotocamera rileva e mette a fuoco automaticamente gli occhi del soggetto, se umano. La funzione consente, anche in condizioni difficili, di concentrarsi facilmente sugli occhi del soggetto – utile quando si scatta un ritratto con un’ampia apertura per ottenere marcati effetti bokeh.
La funzione “Auto Macro” attiva automaticamente la modalità “Macro”, mantenendo la velocità dell’AF ed eliminando la necessità di premere il pulsante “Macro” per le riprese ravvicinate.»

Giovanni B.

0 commenti:

Posta un commento