21 marzo 2016

3/21/2016
2
Terza generazione della fortunata, e rivoluzionaria, serie X100, la Fujifilm X100T sembra aver raggiunto un notevole livello di maturità, al punto da essere riconosciuta come una delle "Historical Japanese Cameras" (che potremmo tradurre come "fotocamere giapponesi di valore storico") esposta, permanentemente, nel museo del "Japan Camera Industry Institute (JCII)".

Fotografia della Fuji X100T nel colore nero e argento

Le caratteristiche principali sono, sulla carta, sempre le stesse (le dimensioni compatte; il sensore APS-C X-Trans CMOS II da 16 megapixel; l'estetica vintage; il controllo di tempi e diaframma tramite ghiere; il selettore per la compensazione dell'esposizione; l'obiettivo Fujinon 23mm f/2 con diaframma a 7 lamelle e otturatore "a foglia"; il mirino ibrido) ma - in realtà - le modifiche apportate rispetto alla X100S (leggi le recensioni) sono veramente tante:
  • visualizzazione simultanea dell'area EVF sullo schermo del mirino ottico, per un’accurata messa a fuoco manuale;
  • nuova funzione AF “Multi-Target Auto Area”;
  • misurazione Spot nell’area AF selezionata;
  • nuova funzione di "rilevamento dei volti" che, oltre a rilevare automaticamente i volti, ottimizza messa a fuoco e luminosità;
  • correzione della parallasse (la differenza tra l’area inquadrata e l’effettiva area di scatto) in tempo reale;
  • copertura della cornice luminosa con il mirino ottico è aumentata dal 90% dei precedenti modelli al 92%
  • monitor LCD da 1,040 megapixel e 3”;
  • funzione di regolazione della qualità immagine dell’EVF/LCD. E’ anche possibile il “Live view” di scatto che non riflette la modalità di simulazione pellicola selezionata ma riproduce i colori reali;
  • compensazione dell'esposizione durante l'esposizione manuale (quando la sensibilità è impostata su AUTO);
  • menu "Q" completamente personalizzabile;
  • otturatore elettronico da 1/32000 di sec. (non essendoci parti ad azionamento meccanico in movimento, il funzionamento dell'otturatore elettronico è assolutamente silenzioso);
  • controllo da remoto (tramite smartphone o tablet) e trasferimento delle immagini wireless;
  • modalità di simulazione pellicola “Classic Chrome”
  • controllo manuale dell'esposizione dei video;
  • “live view” con range dinamico più ampio del precedente modello (da 100% a 400%);
  • scatto intervallato, con impostazione dell'intervallo di scatto, del numero di scatti e dell'ora di avvio;
  • sensibilità fino a 51200 iso
  • ricarica da computer, tramite cavo USB.
E' la fotocamera che stai cercando? Lo puoi scoprire leggendo queste recensioni.


Prima di proseguire, mi permetto di ricordarti che se acquisti la Fuji X100T su Amazon (da questo link), o un qualsiasi altro prodotto tramite il medesimo link, mi aiuti a far crescere questo blog senza spendere un centesimo in più. Se puoi, pensaci! Grazie


Alessandro Michelazzi
«Dopo averla usata per un anno, confermo che la X100T non è una fotocamera facile, alla portata di tutti: se la vuoi padroneggiare devi studiarti a fondo il manuale per comprendere come impostare tutte le caratteristiche. ...
Personalmente, mi ci è voluta qualche settimana per abituramici. Ma una volta che padroneggi tutti questi aspetti, non puoi più tornare indietro.»


mirrorlessons
«Se hai la prima X100, la differenza con la "T" è notevole. Se possiedi una X100s, non passerei alla X100T. Le nuove funzioni sono interessanti ma, dal punto di vista pratico, non ci sono grandi differenze.
Se non hai ancora una Fuji, allora la X100T è, al momento, una delle migliori scelte, ma puoi anche pensare di prednere una X100s nuova (o usata) risparmiando un bel po' di soldi.»


the Verge
«Ma se non hai ancora una Fuji X100, la X100T è senza dubbio la scelta migliore, e si posiziona ad un livello normalmente riservato a fotocamere ben più costose.
E' più veloce, facile da usare e più accessibile dei modelli precedenti, senza alcun compromesso su qualità d'immagine, controllo delle impostazioni, e fascino puro, caratteristiche che hanno determinato il successo della X100 e della X100s.
Usare una Fuji serie X100 è estremamente divertente, e la X100T è la più divertente di tutte.»


Peta Pixel
«Fuji ha rifinito la X100T al punto che, per me, è quasi perfetta.
Anche se non direi di no alla tropicalizzazione, o a una manciata di megapixel in più!»


flixelpix
«Leggera, portatile, versatile e potente, la serie FinePix X100 si è evoluta in una fotocamera formidabile.
Il vero punto di forza di questa splendida piccola macchina fotografica è la sua versatilità: dal reportage ai paesaggi panoramici di alta qualità lal X100T offre immagini di qualità sorprendente.
La custodia in pelle, la possibilità di ricaricare la batteria via USB e di trasferire le immagini via Wifi la rendono ideale per i viaggi a lungo raggio; le lenti aggiuntive opzionali ne aumentano la versatilità.»


Patrick La Roque
«Sono consapevole di arrivare tardi, quindi non perderò tempo a descrivere tutte le caratteristiche della X100T - ci sono già centinaia di recensioni e sono sicuro che le avete già lette. Che ne penso? Sì, è migliore, più veloce della X100S. Ma dai?! Ma, anche se questa versione è più un affinamento della precedente, e non un enorme passo in avanti come fu la X100S rispetto alla X100, tutti i piccoli interventi, l'affinamento dell'interfaccia e della disposizione dei bottoni, l'attenzione ai più piccoli dettagli, come il grip dell'anello di messa a fuoco... tutto questo contribuisce a renderla la migliore macchina fotografica che abbia mai posseduto.»


Bert Stephani


Kevin Mullins
«Quindi, tenendo a mente che questo è un modello di pre-produzione, posso dire che sono molto soddisfatto della Fuji X100T così com'è.
Mi dispiace un po' che il monitor non sia basculante ma, in generale, le nuove caratteristiche e funzionalità giustificano, a mio parere, il passaggio dalla X100S alla X100T.
La camera è ricca di nuove ed eccezionali piccole caratteristiche (ad esempio, la memoria interna può ora contenere fino a 31 jpeg nella qualità più alta, o 10 file raw; una buona notizia se hai bisogno di fare degli scatti al volo senza avere tempo di cambiare la scheda).
L'ergonomia è rimasta pressochè invariata, ma la modalità di simulazione pellicola "Classic Chrome", l'otturatore elettronico e meccanico, i notevoli miglioramenti sul fronte video e la possibilità di compensare le'sposizione anche in modalità manuale, tutto questo rende la X100T un'ottima alternativa alla X100S.»


Olaf & Kasia Sztaba
«La Fuji X100T NON è la fotocamera più veloce sul mercato.
NON è la fotocamera più reattiva sul mercato.
NON fa grandi video. NON ha neppure le ottiche intercambiabili.
Nonostante tutto questo, per noi è di gran lunga LA MIGLIORE FOTOCAMERA disponibile sul mercato.»


Mikee
«La X100T è una fotocamera sfacciata. Ha l'ottica fissa, che ti obbliga a muoverti e a vedere la scena da differenti punti di vista. E, una volta che la porti all'occhio, ti obbliga a pensare, e questa è la cosa che mi piace di più di questa fotocamera.
E anche se può sembrare una compatta del tipo "mira e scatta", è più che altro una fotocamera "guarda e rifletti".»




Peter Davidson
«Siamo alla terza generazione della serie X e, a mio parere, questo progetto ora rasenta la perfezione. Tutte le imperfezioni che avevo lamentato nella X100S sono state risolte, e l'impressione è che realmente Fuji abbia raccolto le indicazioni fornite dai fotografi che usano le sue macchine fotografiche.»


FlixelPix
«Bastano pochi minuti con la X100T e le differenze con la X100S sono evidenti, è un salto in avanti ma, per favore, non pensate che io voglia sputare sulla X100S, è e rimane una macchina fotocamera fantastica, ma se la X100S è ottima, la X100T è superba. Sembra che Fujifilm abbia messo un supercomputer nella X100T, sia per le caratteristiche, sia per le prestazioni.»




Rico Pfirstinger su Fuji Rumors
«La X100T adotta il medesimo sensore X-Trans II da 16.3 megapixel e la medesima ottica 23mm (equivalente ad un 35mm su full-frame) della sua progenitrice, la X100S. Ciò nonostante, in più di un'occasione sembra una fotocamera diversa, in senso positivo. Com'è possibile? Sembra che Fujifilm abbia mantenuto quelle caratteristiche che hanno reso la X100 e la X100S così popolari (e, anche, piuttosto uniche), così il DNA è rimasto intatto. Ma ha anche apportato una quantità notevole di migliorie sia sulle componenti hardware, sia sul firmware. E, tutto, con un unico scopo: rendere la X100T più accessibile e facile da usare, fare in modo che non sia mai d'intralcio al fotografo e che sia un piacere usarla.»


Amateur photographer
«La X100T è un aggiornamento significativo, come la X100S lo è stato rispetto alla X100. Fujifilm ha sfruttato tutta la conoscenza acquisita sulla serie X100 e ha risolto tutte le pecche del modello precedente. Il risultato è una macchina fotografica che funziona, e funziona alla grande. ...
Lasciando intatto tutto quello di buono che c'era sul modello precedente – l'intuitiva gestione tramite ghiere, l'eccellente qualità d'immagine, e l'esclusivo mirino ibrido (per non menzionare l'estetica accattivante) – la X100T è una fotocamera estremamente potente e veramente piacevole da usare. Deve ora affrontare la concorrenza della Panasonic LX100 ma, se potete vivere senza uno zoom e non siete troppo interessati ai video, è veramente difficile da battere.»




PhotoReview
«Anche se non è un aggiornamento rilevante - o particolarmente eccitante - rispetto alla X100S, la Fujifilm X100T risolve alcune delle principali pecche dei precedenti modelli e dovrebbe piacere agli appassionati delle fotocamere a telemetro di questo marchio. Chi la compra non avrà di che lamentarsi quanto a qualità dell'immagine o alle prestazioni complessive ed all'usabilità e, per questi motivi, si merita il nostro "Editor's Choice".»


Tech Radar
«Una splendida fotocamera, piacevole da usare che produce immagini straordinarie. Ci sono molti motivi per innamorarsi della X100T.»




Eric Kim
«In poche parole (e prima di entrare nei dettagli), la mia opinione è che se avete la X100 (e volete cambiare), la X100T è un notevole passo in avanti. Se avete una X100S, il passaggio al nuovo modello non è strettamente necessario (ma se volete vendere la X100S per il modello nuovo e più figo, fatelo). ...
Non è che acquistando una nuova macchina fotografica diventi uno street photographer migliore. Non è che acquistando la X100T diventi uno street photographer migliore. Ma se vuoi una fotocamera più compatta, leggera, e con un migliore autofocus (per catturare la bellezza di tutti i giorni), è la scelta giusta.»


Trusted reviews
«E' una fotocamera fantastica, e - nonostante siano molto molto simili - un serio passo in avanti rispetto al modello del 2013, la X100S.»




Studio Baiocchi
«Numerosi, apparentemente piccoli interventi concorrono a regalare una solida esperienza fotografica rispetto al modello precedente. In primo luogo, i pulsanti sono più reattivi e sono (finalmente) piacevoli al tatto. Inoltre, a differenza della X100 e X100S, la reattività è tale che (di nuovo, finalmente) non si ha più la sensazione di una risposta lenta o in ritardo. Questa è la prima X100 che non sembra ubriaca.
I miglioramenti apportati al mirino ottico sono enormi. ... Complessivamente, queste caratteristiche (finalmente!) mi ispirano una sufficiente sicurezza nel mirino ottico al punto che sto iniziando ad usarlo al posto del mirino elettronico - una cosa che non mi era mai capitata con i modelli precedenti.»


Se la Fuji X100T ti interessa, prova a dare un'occhiata anche alle offerte su Amazon!
Ciao
Giovanni B.

2 commenti: