13 novembre 2014

11/13/2014
Quando la notizia sarà confermata, il nuovo sensore Sony sarà lo tsunami che spazzerà via la matrice di Bayer, l'X-Trans e la tecnologia Foveon. Tutte sorpassate.

Specifiche tecniche del nuovo sensore Sony APCS
Fonte: Cnbeta

Se le specifiche tecniche sopra pubblicate si mostreranno vere (ma Sony Alpha Rumors, che ha divulgato la notizia, la segnala come una "notizia da fonte nota"), il nuovo sensore APCS (Active-Pixel Color Sampling) che Sony si appresta a presentare potrebbe decretare la fine di tutte le soluzioni che conosciamo (matrice Bayer e X-Trans, tecnologia Foveon).
Infatti, a differenza del sensore con matrice Bayer, dove sono necessari 4 pixel per registrare un colore, nel nuovo sensore Sony ogni singolo pixel  è grado di gestire tutte le informazioni del colore, senza dover ricorrere a tre strati sovrapposti come nei sensori Foveon.

Potendo utilizzare, a parità di dimensioni del sensore, pixel "più grandi", i vantaggi si traducono in una maggiore gamma dinamica, maggiore fedeltà del colore e in minore rumore; ovviamente, viene meno la necessità di ricorrere a filtri anti aliasing.
Inoltre, non essendo più necessarrio interpolare le informazioni fornite dal sensore, il porcessore lavora meno, consuma meno e scalda meno. Sony, infine, anticipa che il nuovo sensore non soffirà dell'effetto c.d rolling shutter, e che potrà acquisire video 2K a 16.000 fps.

Secondo Sony Alpha Rumors, il nuovo sensore sarà impiegato anzitutto sugli smartphone Sony (verso la fine del 2015) per poi arrivare sulle fotocamere APS-C e, da ultimo, nel 2016, sulle full frame.

Si profilano tempi bui per il nostro portafoglio. :)

Giovanni B.

0 commenti:

Posta un commento