13 agosto 2014

"Alla fine, è stata la scarsa qualità video delle Fuji serie X che mi ha convinto a scegliere una Sony. Se non girassi anche video, la scelta sarebbe stata ben più difficile" (Mike Kobal)


Risolti i problemi di autofocus rilevati sulle prime fotocamere Fuji serie X, con brillanti aggiornamenti del firmware, sarebbe ora bello che Fuji si dedicasse con decisione a migliorare le prestazioni video delle sue fotocamere; la qualità delle immagini - almeno per la Fuji X-E1 e Fuji X-E2 che ho potuto provare, rimane più che accettabile (buona, dai) quando si ritraggono soggetti vicini, con pochi dettagli minuti (e non ripetitivi) e pressochè statici o in lento movimento, ma cala rapidamente non appena si allarga il campo e/o cresce la quantità di dettagli e/o la velocità dei soggetti ripresi. Come è possibile vedere nei video qui sotto.



L'impressione è che la qualità delle riprese video potrebbe migliorare nettamente (usando un treppiede, sono d'accordo! ma anche) rivedendo gli elementi software relativi alla codifica/decodifica del segnale video e, quindi, senza interventi hardware; detto questo, vista l'attenzione riservata da Fuji ai suoi clienti, anche a quelli vecchi, se questa fosse veramente la causa credo che Fuji sarebbe già intervenuta. A meno che non pensi che il video, per chi usa le sue fotocamere, non è una priorità, neppure vaga.

Rimane ovviamente aperto il discorso relativo alla possibilità di settare manualmente tutti i parametri di ripresa video; per quelli sono sicuro che basterebbero due righe di codice in più nel prossimo aggiornamento del firmware!


Giovanni B.

0 commenti:

Posta un commento