23 aprile 2014

4/23/2014
Lytro presenta la Illum, una vera fotocamera con tecnologia Light Field che permette di modificare il punto di messa a fuoco in post-produzione.

Fotografia della fotocamera Lytro Illum

Due anni fa, circa, Lytro presentava la prima macchina fotografica con tecnologia Light Field, che permette di scegliere il punto di messa a fuoco in post-produzione, grazie alle informazioni acquisite durante lo scatto (in particolare l’intensità e la direzione dei singoli raggi di luce).


Engadget, che fu tra i primi a provare la novità, scrisse: "Segnatevi le nostre parole: per ora è solo un insolito giocattolo, ..., ma quando Lytro integrerà questa tecnologia in una fotocamera più potente, il gioco sarà finito".


Oggi, con la presentazione della Lytro Illum, quel momento sembra avvicinarsi. La nuova fotocamera, infatti, fa un salto di diverse generazioni rispetto alla progenitrice:
  • ha un incredibilmente compatto zoom ottico 30-250mm equivalente, con apertura costante f/2 e rapporto macro 1:3;
  • sensore da 40 megarays (circa 4-5 megapixel) da 1" - quattro volte più grande del precedente -;
  • processore Light Field Engine 2.0 per poter gestire più velocemente i file immagine di dimensioni maggiori;
  • monitor tattile da 4" e 800×480 pixel che permette di visualizzare le aree dell'immagine che potranno essere "rifocheggiate" in post-produzione;
  • tempo di scatto fino a 1/4000 di secondo;
  • controllo dell'esposizione manuale, automatico, a priorità dei tempi e priorità degli ISO;
  •  ingresso per lo scatto da remoto dell'otturatore e innesto hot-shoe per il flash.
La Lytro Illum sarà disponibile dal 15 luglio al prezzo di 1.600$, ma è previsto uno sconto di 100$ per chi la prenota on-line sul sito Lytro.

Onestamente, questa è una delle poche, vere "novità", e mi sembrava assurdo non segnalarla.


Fotografia della Lytro Illum

Fotografia della Lytro Illum

Fotografia della Lytro Illum


Giovanni B.

0 commenti:

Posta un commento