13 marzo 2014

3/13/2014
Oggi, Nikon ha presentato la Nikon 1 V3, l'ultima arrivata nella gamma delle mirrorless del produttore giapponese.

E, anche in questo caso, la lettura delle specifiche tecniche non è per niente male: la Nikon 1 V3 ha un sensore CMOS da 1" e 18,4 megapixel, senza filtro anti aliasing; grazie al processore Expeed 4A, può scattare fino a 20 fotogrammi al secondo con l'autofocus continuo (60 frame al secondo con la messa fuoco fissa sul primo fotogramma); il sistema autofocus ibrido utilizza 171 punti (la V2 ne usava 135), 105 dei quali a rilevazione fase (distribuiti in modo uniforme al centro del fotogramma); la regolazione dei parametri di scatto è affidata a due ghiere, a due pulsanti personalizzabili, ad un pulsante per l'accesso rapido alle impostazioni del menù ed al monitor touch screen (LCD, da 3" e 1.037k punti, basculante).


La sensibilità varia da 160 a 12.800 ISO, ed è possibile acquisire filmati video FullHD a 60p, e video HD (720p) a 120fps (il che vuole dire che un filmato di 3 secondi viene riprodotto in oltre 12 secondi); la funzione WiFi incorporata facilita la condivisione delle immagini tramite smartphone e tablet.

Non c'è più il mirino elettronico (presente sulla Nikon 1 V2), ora disponibile tra gli accessori opzionali assieme all'impugnatura verticale che incorpora il pulsante di scatto, un terzo pulsante personalizzabile e una ghiera di controllo.

La Nikon 1 V3 con il mirino elettronico opzionale

La Nikon 1 V3 è proposta al prezzo di 849 euro, per il solo corpo, o 949€ in kit con il nuovo, compatto obiettivo zoom elettrico 10-30mm f/3.5-5.6 PD, anch'esso presentato oggi assieme al 70-300mm f/4.5-5.6 (il prezzo di vendita degli obiettivi, singolarmente considerati, è, rispettivamente, di 300$ e di 1.000$).
Il prezzo sale a 1249 euro se, allo zoom, si vuole aggiungere il mirino elettronico e l'impugnatura verticale.

Ovviamente, queste quattro righe non hanno la pretesa di fornire una descrizione puntuale della Nikon 1 V3, ma ci sono sufficienti per fare qualche considerazione e fare un confronto con la concorrenza.

Premetto che, a differenza del ben più quotato Steve Huff, non sono mai stato un fanatico del progetto Nikon 1: a mio parere l'adozione di un sensore piccolo (da 1 pollice) deve essere compensata da un guadagno in termini di portabilità (peso e dimensioni). Promessa che la Nikon 1 non riesce a mantenere sin dalla J1/V1.
Arrivati alla terza generazione della Nikon 1 (la Nikon J3 fa un po' storia a se), riconosco che Nikon (probabilmente con il contributo di Aptina) ha fatto miracoli con questo sensore e, soprattutto, è riuscita a connotare decisamente la sua mirrorless come una fotocamera veloce, sia per quanto riguarda la velocità di scatto, sia per quanto riguarda la velocità del sistema di messa a fuoco.
Devo anche ammettere che se il mercato delle mirrorless si fermasse alla rivale storica (Canon), non ci sarebbe storia: la Canon EOS M non offre, al momento, seri spunti di interesse.

Il monitor basculante della Nikon 1 V3

Purtroppo per Nikon, sul mercato delle mirrorless ci sono dei personaggi affamati e agguerriti, che rispondono al nome di Fuji, Sony, Olympus e Panasonic. E qui iniziano i guai per la Nikon 1.
Tutte, infatti, adottano sensori più grandi, a beneficio della qualità d'immagine, e offrono una maggiore scelta quanto ad ottiche; a fronte di questo, la Nikon 1 non riesce ad avvantaggiarsi sensibilmente sul fronte delle dimensioni o del peso e, quanto a prezzo, beh... ha ragione NCN quando, ironicamente, scrive "La Nikon 1 V3 conferma l'impegno di Nikon nel settore delle reflex digitali; il prezzo della V3, e delle due ottiche presentate oggi, è stato definito di conseguenza". In sintesi: la Nikon 1 costa troppo.
Giusto per citare qualche numero:

Peso (con batteria)
Nikon 1 V3: 381g
Fuji X-M1: 330g
Sony a6000: 344g
Olympus E-P5: 420g
Panasonic GX7: 402g
La più leggera è la Fuji X-M1, che ha un sensore APS-C, seguita dalla nuovissima Sony a6000, anch'essa con sensore APS-C (e con mirino elettronico incorporato).

Dimensioni
Nikon 1 V3: 111 x 65 x 33 mm
Fuji X-M1: 117 x 67 x 39 mm
Sony a6000: 120 x 67 x 45 mm
Olympus E-P5: 122 x 69 x 37 mm
Panasonic GX7: 123 x 71 x 55 mm
La Nikon 1 V3 è la più piccola, ma a fronte di un sensore da 1 pollice (13,2x8,8mm) più piccolo del sensore micro-quattroterzi di Olympus e Panasonic (17,3x13mm) e nettamente più piccolo del sensore APS-C di Fuji e Sony (23,6x15,6mm). Sony e Panasonic, inoltre, integrano il mirino elettronico.

Prezzo
Nikon 1 V3:  849€ solo corpo; 949€ con l'obiettivo 10-30mm f/3.5-5.6 PD
Fuji X-M1: 579,99 solo corpo; 649,99 in kit con lo zoom XC16-50mmF3.5-5.6 OIS (fonte: shop online Fuji)
Sony a6000: 649€ solo corpo, 799€ con l'obiettivo Power Zoom 16-50mm (fonte: Sony.it)
Olympus E-P5: 1.039€ solo corpo; 1.140€ con lo zoom 14-42mm 1:3.5-5.6 II R (shop online Olympus)
Panasonic GX7: 999€ solo corpo; 1.100€ euro con l'obiettivo 14-42 mm / F3.5-5.6 II  (sito Panasonic)
E tenete presente che i prezzi di Fuji, Sony, Olympus e Panasonic sono quelli "ufficiali", quelli reali sono ben più bassi. Ma, anche così, la Nikon 1 non regge il confronto: costa quanto una Fuji X-E2; costa 200€ più della Sony a6000 (che offre mirino, sensore APS-C e autofocus velocissimo); costa quasi 300€ più della Fuji X-M1, che ha uno dei migliori sensori APS-C in circolazione. Etc. etc. etc.

Insomma, a mio parere ancora non ci siamo: tecnicamente la Nikon 1 V3 ha moltissimi aspetti positivi e interessanti, ma per essere competitiva dovrebbe offrire (a parità di prezzo) il mirino elettronico e l'impugnatura verticale. Come detto: a mio parere.

La Nikon 1 V3 con il nuovo zoom elettrico compatto 10-30mm f/3.5-5.6

Di seguito il riepilogo delle funzioni principali della Nikon 1 V3, copiate pari pari dal sito Nital:
  • Grande sensore CMOS da 18,4 megapixel: sensore in formato CX progettato senza un filtro passa-basso ottico. Cattura in modo nitido i più piccoli dettagli e produce immagini pulite e nitide.
  • ISO 160–12800: il controllo automatico della sensibilità ISO si estende da 160 a 6400 ed è possibile aumentarla fino a ISO 12800. Quando si scatta a ISO 6400 o 12800, sono disponibili due sofisticate impostazioni di riduzione disturbo.
  • EXPEED 4A: consente di scattare immagini spettacolari e riprendere filmati HD ad alta velocità.
  • Wi-Fi abilitato: per connettersi, condividere e creare. È possibile condividere in modo semplice e rapido gli scatti effettuati con Nikon 1 o entrare in un mondo di app fotografiche tramite il proprio smart device. Per utilizzare la funzione Wi-Fi incorporata, è necessario scaricare (gratuitamente) la Wireless Mobile Utility nello smartphone o nel tablet. Compatibile con smart device iOS e Android.
  • Controllo professionale: ghiera di comando principale, ghiera secondaria, due pulsanti funzione programmabili e modi di ripresa PSAM.
  • Funzionamento touchscreen: monitor LCD elettromagnetico da 7,5 cm, 1037 k punti.
  •  AF ibrido avanzato: sistema AF da 171 punti. Include 105 punti di rilevazione fase che si bloccano sull'azione con velocità e precisione incredibili.
  • Fps ad altissima velocità: in grado di scattare fino a 20 fps con AF continuo o 40 immagini RAW fino a 60 fps con la messa a fuoco fissa sul primo fotogramma.
  • Filmati di qualità professionale: filmati Full HD (1080p) (proporzioni 16:9) con frequenze di scatto di 60p/30p e completo controllo manuale delle impostazioni. La funzione VR elettronico elimina la sfocatura dalle sequenze dei filmati HD ripresi a 1080/30p o 720/30p. È possibile acquisire foto ad alta risoluzione durante la registrazione e visualizzare filmati HD registrati a 120 fps al rallentatore.
  • Orizzonte virtuale: le informazioni di rollio (inclinazione orizzontale) e orientamento (inclinazione avanti o indietro) possono essere verificate mediante il monitor LCD o con il mirino esterno.
  • Visualizzazione avvisi: vengono comunicati gli eventuali problemi di esposizione durante la riproduzione.
  • Innovazioni di Nikon 1: Cattura immagine migliore (con le nuove funzioni Selezione attiva, Smart Photo Selector e Visualizzazione a rallentatore), Motion Snapshot.
  • Tavolozza creativa: consente di applicare alle foto filtri artistici di qualità professionale prima di scattare tramite il touchscreen o il multi-selettore della fotocamera.
  • Alloggiamento card di memoria di facile accesso: semplifica l'inserimento di card di memoria microSD.

Giovanni B.

0 commenti:

Posta un commento