11 novembre 2013

L'Olympus PEN E-P5, l'ultima erede di una famiglia di grande lignggio, è stata a lungo attesa e la sua presentazione è stata un successo. Di breve durata, però, rapidamente oscurata dalla Panasonic GX7 prima (date un'occhiata a questo sondaggio), e dalla Olympus OM-D E-M1 poi. Troppo rapidamente dimenticata, secondo me.
Eppure, è una fotocamera ricca di contenuti e di qualità; vale quindi la pena vedere cosa scrivono di lei sul web.



PetaPixel
«... e sì, è possibile montare un'impugnatura, ma è maneggevole e può stare nella tasca di un cappotto senza far saltare nessuna cucitura. Un bel vantaggio per una fotocamera che si propone di rubare, di tanto in tanto, il posto alla tua grossa DSLR
Sì, la qualità video fa schifo. E sì, la funzione WiFi potrebbe essere migliorata e il corpo stesso può essere un po' più agile a volte. Ma alla fine, cosa importa? Se dovessi fare video professionali non compererei questa macchina e dopo averla provata a lungo, il fastidio alla mano che il corpo così compatto inizialmente produce inizia a svanire. Di più: mi sono veeeeramente abituato al suo peso. Un'escursione di dieci miglia con solo la E-P5 al collo, e non i soliti 20 chili della refelx digitale e ottiche, è un'esperienza liberatoria. ...
In aggiunta, l'elenco delle caratteristiche è lungo. Monitor basculante touchscreen da 3 pollici, focus peaking, controllo a distanza tramite smartphone, 9fps, syncro flash a 1/320s, ... un autofocus estremamente veloce e preciso, stabilizzazione del sensore su 5 assi, otturatore meccanico fino a 1/8000s, .... E la lista è ancora lunga, ti assicuro.
Così lunga che forse si fa prima a dire cosa non ha. Non è full frame. Ne una APS-C. E qui sta il punto. La qualità d'immagine è notevole per una micro-quattroterzi, ma non è comparabile a quella di un sensore APS-C che si può trovare in concorrenti come la Fuji X100/s, la Fuji X-E1 o la Sony NEX-7.»




Steve Huff
«Ho recensito la Panasonic GX7 e dichiarato che è la seconda migliore micro-quattroterzi dopo la E-M1. Bene, dopo aver fatto altri scatti con la Olympus E-P5, ritiro quello che ho detto. Non solo l'autofocus è più veloce di quello della GX7, ma anche la costruzione è migliore, il design più attraente e preferisco i colori della E-P5 (che sono diversi anche da quelli della E-M1). Le immagini sono più nitide di quelle della GX7 e, grazie al mirino VF4, mettere a fuoco manualmente con le ottiche Leica M è una passeggiata (non altrettanto con il piccolo mirino della GX7.»

Chris Gampat (the Phoblographer)
«La Olympus E-P5 è ad oggi la loro migliore "PEN". Non solo la qualità realizzativa è impressionante, ma anche la qualità d'immagine, l'autofocus e tutte le funzioni sono altrettanto fantastiche.
In effetti, è una fotocamera estremamente versatile in grado di affrontare la maggior parte delle situazioni. Vuoi fotografare qualcosa in condizioni di luce così scarsa da dover impostare gli ISO a livelli pazzeschi? Puoi farlo. Vuoi fotografare tuo figlio metre corre come un pazzo per il giardino? Questa macchina fotografica può mettere a fuoco in maniera sufficientemente veloce per farlo.
La più grande pecca, alla fine, è il fatto che non ha un mirino. E' vero, l'Olympus ti mette a disposizione il mirino elettronico VF-4. E il VF-4 è spettacolare e meraviglioso - ma Panasonic ha presentato da poco la GX7. E il fatto di avere la slitta accessori libera di permette di usare un flash o un trigger.
Anche così, comunque, non è affatto una cattiva fotocamera. Anzi, è una macchina fotografica eccezionale. Ma potrebbe esserlo ancora un pochino di più.»

DPreview
«La E-P5 è, per molti aspetti, la migliore PEN mai prodotta da Olympus. E' vero che condivide molti elementi con le notevolmente meno costose PEN Mini e PEN Lite, ma la doppia ghiera, la maggiore velocità dell'otturatore, le funzioni WiFi e il corpo vintage più che giustificano la differenza di prezzo. Può essere un passo avanti per la serie PEN, ma questa ammiraglia rappresenta il più grande passo in avanti visto sino ad ora - e non solo per l'adozione dell'eccellente sensore da 16mp usato dal resto della gamma.»

Andy Westlake (dpreview)*
«Onestamente, siamo impressionati ... I dati tecnici e le foto pubblicate non possono dire quanto questa fotocamera è ben rifinita: la costruzione è esemplare, le ghiere offrono la giusta resistenza, e l'otturatore è silenzioso e pulito come quello della E-M5 ... La nuova PEN è una macchina fotografica seria, ma che ha anche carattere. ...
Complessivamente la E-P5 fa un bel passo avanti rispetto alla E-P3, e forse è meglio vederla come una E-M5 in un corpo più compatto. Anzi, ha qualche caratteristica in più, come l'otturatore da 1/8000 secondo, la modalità autofocus "super spot", la possibilità di registrare di timelapse, il riconoscimento automatico del panning. Il nuovo VF-4 è, inoltre, uno dei migliori mirini elettronici visti sino ad ora, anche se il costo complessivo della E-P5 con il VF4 è ben più alto del costo della E-M5. ...
Se in passato i sensori micro-quattroterzi soffrivano agli alti ISO, il sensore Sony usato nelle nuove fotocamere Olympus fornisce risultati nettamente migliori. ...
Complessivamente, la E-P5 sembra offrire tutte gli elementi che hanno reso la E-M5 così popolare in un corpo ancora più compatto; in particolare la medesima qualità d'immagine ed il fantastico sistema di stabilizzazione a 5 assi, con i benefici di un anno di esperienza in più. Indubbiamente è una macchina fotografica nettamente superiore alla E-P3, ed una delle migliori mirrorless in circolazione. Entra in un settore molto competitivo, e dovrà vedersela con avversarie come la Sony NEX-6 e la Fujifilm X-E1.»

Pekka Potka*
«Lo so, molti proprietari della E-M5 si stanno domandando se devono passare alla E-P5. Non sono sicuro che ne valga la pena, a meno che una di queste caratteristiche non sia fondamentale per voi: un migliore mirino, tempi fino ad 1/8000s, rilevazione automatica del panning, pre-visualizzazione delle zone a fuoco (c.d. focus peaking) e connessione WiFi. In ogni caso non si perde nulla, solo un po' di soldi e di impugnatura. Per chi sta valutando di cambiare macchina fotografica e passare ad una mirrorless, la E-P5 è una delle migliori scelte a disposizione. E' bella e ben fatta, ed ha un sacco di funzioni. E' in grado di produrre immagini eccezionali, come molte persone hanno già mostrato con le loro E-M5 e E-PL5.»

(*) Prime impressioni, già pubblicate qui.

0 commenti:

Posta un commento