29 novembre 2013

Kaizen: coniato per Toyota, esprime oggi al meglio la filosofia di Fuji.

"Kaizen (改善) è la composizione di due termini giapponesi, KAI (cambiamento, miglioramento) e ZEN (buono, migliore), e significa cambiare in meglio, miglioramento continuo" (Fonte: wikipedia)

Se quello che dice wikipedia è vero (e date le mie conoscenze del giapponese non posso che fidarmi), kaizen è veramente l'espressione della filosofia di Fuji che, firmware dopo firmware, potenzia sia i modelli nuovi, sia i modelli vecchi; dimostrando una rara attenzione anche a chi ha comperato una Fuji anche qualche anno fa (e questa politica, detto per inciso, è stato uno dei motivi che hanno pesato al momento della scelta della mia X-E1).

La Fuji X-E2 con il corredo di ottiche Fujinon

E così, dopo l'aggiornamento del firmware per la Fuji X100, che l'ha veramente trasformata, Fuji annuncia oggi il prossimo aggiornamento del firmware per l'ammiraglia, la Fuji X-Pro1, la nuovissima X-E2, la più anzianotta X-E1 e la straordinaria X100S. Aggiornamento che, anticipando di qualche giorno Babbo Natale, porterà un saccco di regali ai possessori di queste macchine.

Tanto per darvi un'idea di cosa ci aspetta, ecco una carrellata di quello che arriverà nei prossimi giorni, con l'indicazione delle fotocamere interessate:

  • Maggiore accuratezza della cornice luminosa del fotogramma. L’area di copertura della cornice luminosa che delimita il fotogramma nel mirino ottico è stata migliorata per fotografare con successo soggetti vicini. Mantenendo la posizione della cornice luminosa con la compensazione della parallasse durante il blocco AF, l’area fotografata può essere controllata anche quando viene rilasciato il pulsante di scatto. Per la Fuji X-Pro1.
  • Maggiore accuratezza della cornice luminosa del fotogramma, nell’OVF. Mantenendo la posizione della cornice luminosa con la compensazione della parallasse durante il blocco AF, l’area fotografata può essere controllata anche quando viene rilasciato il pulsante di scatto. Per la Fuji X100S.
  • Visualizzazione del livello di esposizione sul live-view e sull’istogramma. L’immagine visualizzata e l’istogramma riflettono il livello di esposizione corrente (mostrata sul display con la velocità di scatto e l’apertura del diaframma impostate durante l’esposizione manuale). Nei casi in cui il live-view e lo scatto finale sono diversi, come ad esempio utilizzando il flash, questo settaggio può essere disattivato. Per la Fuji X-Pro1, Fuji X-E1, Fuji X100S (già presente su X-E2).
  • Apertura del diaframma e velocità di scatto possono essere cambiati anche quando è attivato il blocco AE. L’apertura e la velocità di scatto possono essere cambiati mantenendo il livello di esposizione (valore EV) con il pulsante di blocco AE. Il fotografo potrà cambiare le impostazioni fino all’ultimo momento prima dello scatto. Per la Fuji X-Pro1, Fuji X-E1, Fuji X100S (già presente su X-E2).
  • Quando si seleziona ISO AUTO è possibile impostare la sensibilità massima e la minima velocità di scatto. Quando è selezionato AUTO nelle impostazioni ISO è possibile impostare la sensibilità ISO standard, quella massima e la velocità di scatto limite. La minima velocità di scatto può arrivare fino a 1/500 di secondo. Per la Fuji X-Pro1, Fuji X-E1 (già presente su X-E2).
  • Nuova funzione che permette di editare il nome del file. Il nome del file (DSCF***) che è automaticamente assegnato a ciascuna foto scattata, può essere cambiato a piacimento (può essere cambiato in un nome a quattro lettere quando si seleziona lo spazio colore “sRGB” e in un nome a tre lettere quando si seleziona “Adobe RGB”). Questa funzionalità aggiuntiva è utile per organizzare le foto dopo la sessione fotografica e ordinarle in gruppi. Per la Fuji X-Pro1, Fuji X-E1, Fuji X100S e Fuji X-E2.
  • Cambio della numerazione delle immagini quando si utilizza lo scatto a raffica. Quando si fotografa utilizzando lo scatto a raffica, solo la prima immagine è mostrata a pieno schermo e le rimanenti immagini sono visualizzate in piccolo in basso a destra e il numero del file è impostato a “S+ numero a sette cifre”. Con il nuovo firmware tutti i fotogrammi della raffica, durante la visualizzazione, sono mostrati a pieno schermo. La numerazione dei file è modificata per seguire la numerazione degli scatti singoli, permettendo una gestione uniforme. Per la Fuji X-Pro1, Fuji X-E1, Fuji X100S (già presente su X-E2).
  • Miglioramento della funzione di conversione del file RAW. Mentre si sviluppano le immagini RAF sulla fotocamera utilizzando il convertitore RAW integrato, l’aggiornamento firmware migliora il flusso di lavoro riportando al file RAF iniziale una volta che la conversione è terminata, mentre in precedenza restava visualizzata l’immagine JPG convertita e l’utente doveva tornare indietro manualmente sul file RAW. Per la Fuji X-Pro1, Fuji X-E1, Fuji X100S e Fuji X-E2.

Per tutto questo "ben di Dio" dobbiamo aspettare qualche giorno: il firmware per la X-Pro1 (ver. 3.10) sarà infatti disponibile dal 5 dicembre 2013, mentre per la X-E1 (ver. 2.10), X100s (ver. 1.10) e X-E2 (ver. 1.10) bisognerà aspettare il 19 dicembre.
Ovviamente, i nuovi firmware potranno essere scaricati dal sito Fuji; dalla medesima pagina potrà essere scaricato anche il manuale operativo con i dettagli dei miglioramenti apportati.


Giovanni B.

2 commenti:

  1. Salve, sa dirmi perché la X-M1 è costantemente tagliata fuori da ogni campagna di aggiornamenti firmware? Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao. Non ho - ovviamente - risposte ufficiali. Mi viene però da dire che, essendo un modello molto più recente della X-Pro1 e della X-E1, ha bisogno di molti meno interventi.
      Comunque c'è anche un aggiornamento del firmware per la X-M1 (http://www.mag72.com/2013/11/aggiorna-il-firmware-della-fuji-x-a1x.html), che ne migliora le prestazioni dell'autofocus. E buon divertimento: la X-M1 è una grandissima macchina fotografica.

      Elimina