18 ottobre 2013

Che giornate: in meno di 72 ore sono state presentate la Sony A7-A7R, la Panasonic GM1 e oggi la Fujifilm X-E2; tra tutte, questa era la novità che più aspettavo. E l'attesa parrebbe non essere stata vana: Fuji promette infatti "una riproduzione del colore ancora più fedele, maggiore definizione nell'acquisizione delle immagini e una rapida messa a fuoco AF tra le più veloci al mondo".



La velocità di messa a fuoco era uno dei punti deboli (se non IL punto debole) della Fuji X-E1, e quindi è evidente che questa era la novità più attesa; ma Fuji non si è accontentata di migliorarla, ma vanta di avere "il più veloce sistema di messa a fuoco al mondo", pari a soli 0,08 secondi (tra le fotocamere digitali con sensore di dimensione pari o superiore a 4/3 di pollice). Questo grazie all'incorporazione di oltre 100.000 rilevatori di fase nel sensore, ed alle prestazioni del nuovo processore.
E, dal momento che la rilevazione è stata fatta a settembre 2013, vorrebbe dire più veloce anche della Olympus OM-D E-M1... questa è tutta da vedere!

Fotografia della Fujifilm X-E2 con il flash alzato

Ma la velocità di messa a fuoco non è l'unica novità:
  • l'adozione del sensore APS-C X-Trans CMOS II, in accoppiata con il processore EXR II, dovrebbe offrire "una riproduzione del colore ancora più fedele" e una "maggiore definizione nell'acquisizione delle immagini";
  • la qualità delle immagini è ulteriormente migliorata grazie alla tecnologia denominata "Lens Modulation Optimizer", che corregge la sfocatura ai bordi dell'immagine e quella dovuta alla diffrazione;
  • il monitor cresce in dimensioni e in risoluzione (3" e 1.040k punti rispetto ai 2,8" e 460k punti della X-E1);
  • il mirino elettronico è il medesimo della X-E1, ma è migliorata la frequenza di refresh in condizioni di scarsa luminosità (da 20 fps a 50-60 fps, questo anche per il monitor in modalità live view);
  • la messa a fuoco manuale è più semplice grazie alla tecnologia "Digital Split Image", chiaramente ispirata al sistema di messa a fuoco "a immagine spezzata" di classica memoria, e alla funzione "Focus Peack Higlight" che evidenzia il contorno delle zone a fuoco;
Esempio n. 1 di funzionamento della tecnologia Digital Split Image
Esempio n. 2 di funzionamento della tecnologia Digital Split Image
Esempio n. 3 di funzionamento della tecnologia Digital Split Image
Funzionamento della tecnologia Digital Split Image 
  • la compensazione dell'esposizione arriva a ±3 EV (±2 EV in precedenza);
  • la gamma degli ISO è invariata (da 200 a 6400; da 100 a 25600 in modalità estesa), ma nella modalità "Auto ISO" è ora possibile impostare il valore massimo e minimo degli ISO e il valore minimo della velocità di scatto (fino a 1/500 di secondo);
  • sono migliorate le prestazioni nelle riprese video, con la possibilità di acquisire video FullHD a 60p, nei formati MPEG-4 e H.264;
  • è disponibile la connessione Wi-Fi per il trasferimento delle immagini e la loro geo-referenziazione. Al momento, tuttavia, non è possibile controllare la fotocamera da remoto, però l'hardware c'è, e si può sperare che questa funzione sia resa disponbile in futuro (con uno di quegli aggiornamenti del firmware cui Fuji ci ha abituato).

Dettaglio delle ghiere della Fujifilm X-E2

L'estetica rimane, invece, invariata, fatta salva la diversa posizione del pulsante di accesso rapido al menù, così come i colori disponibili (nero oppure bicolore nero e argento).
La Fujifilm X-E2 sarà in vendita da novembre 2013 al prezzo di 1.400 euro (in kit con lo zoom XF18-55mm F2.8-4 R) o di 950 euro per il solo corpo.

Il dorso della Fujifilm X-E2

Prima di passare all'elenco delle specifiche tecniche e al comunicato stampa, vi segnalo che qualche fortunato ha già avuto la possibilità di provare la Fuji X-E2. Potete (anzi, vi consiglio di) leggere le prime impressioni d'uso della Fuji X-E2 di Rico Pfirstinger su fujirumors e, sui rispettivi blog, quelle di Patrick La Roque, di Ming Thein e di Don Craig.

La calotta superiore della Fujifilm X-E2

Fotografia del lato sinistro della Fuji X-E2

Fotografia del lato destro della Fuji X-E2

Caratteristiche principali della Fujifilm X-E2
  • sensore APS-C X-Trans CMOS II da 16,3 megapixel
  • esclusiva matrice di filtro colore senza filtro ottico passa-basso
  • processore EXR Processor II
  • attacco FUJIFILM X Mount
  • velocità AF 0,08 sec*2
  • Lens Modulation Optimizer
  • mirino elettronico OLED ad alta risoluzione (2,36 milioni di pixel)
  • selettore per la compensazione dell'esposizione ±3 EV
  • display LCD rinforzato da 3" (1,04 megapixel)
  • flash pop-up incorporato e slitta a contatto per flash esterni
  • sensibilità ISO 200 - 6400, estendibile a ISO 100, 12800, 25600, Auto
  • pulsante Q (quick) per accedere direttamente alle opzioni di ripresa
  • convertitore RAW "In-camera"
  • modalità simulazione pellicola
  • modalità creative: "Esposizione multipla", "Panorama", "Filtri creativi"
  • funzione "Bracketing" (AE/ISO/Dynamic Range & Film Simulation)
  • video Full HD
  • ingresso microfono/comando di scatto remoto (φ2.5mm)
  • autonomia per batteria carica: circa 350 scatti

Fotografia di Randall Cipriano - Fuji X-E2 + 14mm

Fotografia di Bert Stephani - Fuji X-E2 + 18-55mm

Fotografia di Niko G. Villegas - Fuji X-E2 + 60mm

Comunicato stampa - FUJIFILM X-E2, l'evoluzione non si arresta
Compare finalmente sulla scena l'evoluzione di FUJIFILM  X-E1, una delle fotocamere più apprezzate da appassionati e professionisti. FUJIFILM X-E2 si arricchisce di nuove e migliorate caratteristiche per rispondere alle esigenze dei fotografi che cercano la perfezione in un corpo macchina.

FUJIFILM X-E2 offre una riproduzione del colore ancora più fedele, maggiore definizione nell'acquisizione delle immagini e una rapida messa a fuoco AF tra le più veloci al mondo pari a soli 0,08 secondi grazie alla velocità di elaborazione raddoppiata dell'EXR Processor II. Il processore è in grado di trattare le informazioni raccolte dagli oltre 100.000 pixel rilevatori di fase incorporati nell'X-Trans CMOS II. L'AF ibrido che unisce AF a rilevamento di fase e AF a contrasto, garantisce la massima precisione quando si riprendono soggetti a basso contrasto o scene scarsamente illuminate.
Il Sensore X-Trans CMOS II da 16,3 milioni di pixel e dimensione APS-C incorpora un'esclusiva matrice di filtro colore che elimina la necessità di un filtro ottico passa-basso, riducendo al minimo l'effetto moiré ma mantenendo elevata la risoluzione. Il sensore X-Trans CMOS II è in grado di catturare la luce non filtrata dall'obiettivo restituendo un livello di nitidezza dell'immagine che non ha precedenti.
La qualità è ulteriormente migliorata grazie al Lens Modulation Optimizer (LMO) che corregge la sfocatura ai bordi dell'immagine e quella dovuta alla diffrazione. Il risultato è un'elevata qualità su tutta l'area dell'immagine con un'incredibile definizione. LMO sarà compatibile con tutti gli obiettivi XF.
X-E2 garantisce un ottimo feeling di utilizzo grazie alla combinazione della ghiera dei diaframmi posta sull'obiettivo e del selettore dei tempi posizionato sulla parte superiore del corpo macchina che consente un controllo completo delle impostazioni di ripresa tenendo sempre l'occhio sul mirino.

Messa a fuoco rapida e precisa
Grazie alla risposta ultra-veloce di X-E2 non si perderà mai il momento giusto. Oltre a disporre dell'AF tra i più veloci al mondo, X-E2 ha un rapido tempo di avvio (0,5 secondi*4), praticamente nessun ritardo nello scatto (0,05 secondi) e una ripresa continua ad alta velocità pari a 7,0 fps (fino a circa 28 fotogrammi).
Una messa a fuoco efficace e precisa è garantita dall'AF ibrido. La fotocamera passa automaticamente tra due modalità: AF a contrasto, particolarmente adatto nelle situazioni di scarsa luminosità e AF a rilevazione di fase che offre un rapido tempo di risposta. Il miglioramento dell'algoritmo di rilevamento consente di concentrarsi, come mai prima, su soggetti difficili a basso contrasto. Durante l'AF continuo, la messa a fuoco resta attiva fino a quando il pulsante di scatto resta premuto a metà corsa.

La migliore qualità dell'immagine
Il sensore X-Trans CMOS II controlla l'effetto moiré e la generazione dei falsi colori utilizzando un'esclusiva matrice filtro colore con una disposizione dei pixel a elevata casualità. Ciò elimina la necessità di un filtro ottico passa-basso (OLPF) che penalizzerebbe la risoluzione.
La qualità delle immagini è ulteriormente migliorata con l'adozione del "Lens Modulation Optimizer" (LMO), il primo per fotocamere a ottica intercambiabile. Il processore EXR Processor II corregge la lieve sfocatura ai bordi dell'obiettivo, così come la sfocatura della diffrazione che si crea quando si riduce l'apertura del diaframma. Tale avanzata tecnologia è resa possibile dallo sviluppo integrato degli obiettivi, del sensore e del processore ed è basata sulle prestazioni ottiche e sulle caratteristiche dei singoli obiettivi. La fotocamera è così in grado di massimizzare la risoluzione e la qualità dell'immagine con ciascun obiettivo.
La combinazione di sensore e processore è in grado di raggiungere una sorprendente risoluzione, estende la gamma dinamica e riduce il rumore alle alte sensibilità.

Funzionalità al top
X-E2 utilizza tuttora la combinazione della ghiera per i diaframmi sull'obiettivo con il selettore dei tempi posto nella parte superiore del corpo macchina, una soluzione favorevolmente accolta dai proprietari di X-E1. Essa consente all'utente di scattare e gestire la fotocamera senza dover distogliere lo sguardo dal mirino. La compensazione dell'esposizione è stata aumentata fino a ± 3 EV. Inoltre, in accordo con i propri stili di ripresa, nella X-E2 si possono personalizzare fino a 4 pulsanti presenti sulla parte superiore e posteriore della fotocamera.
L'inquadratura accurata e confortevole e il controllo della messa a fuoco sono assicurati dall'elevata risoluzione del mirino OLED (Organic LED) da 2,36 milioni di pixel e dall'originale progetto ottico di Fujifilm che garantisce un campo visivo privo di distorsione.
Lo spessore del monitor LCD è stato ridotto e la sua dimensione aumentata a 3". Con lo schermo in cristallo rinforzato ha un ampio angolo di visione e una risoluzione pari a 1,04 megapixel. La superficie antigraffio riduce i riflessi e migliora la visibilità, rendendo più facile il controllo della qualità delle immagini.


Messa a fuoco manuale più semplice
La messa a fuoco manuale è stata semplificata grazie alla tecnologia Digital Split Image*6 che aiuta l'utente a eseguire una precisa messa a fuoco semplicemente regolandola fino ad allineare le quattro righe visualizzate nella parte centrale dell'immagine inquadrata che, se non a fuoco, appare sfalsata a destra e a sinistra. Il "Focus Peaking Highlight", che evidenzia il contorno del soggetto in zone ad alto contrasto durante la messa a fuoco, aiuta ulteriormente l'utente a realizzare scatti perfetti anche in condizioni critiche.

Migliorate prestazioni nelle riprese video

X-E2 realizza riprese video Full HD (1920x1080) fino a 60fps e la prestazione del tracking AF in modalità video è stata migliorata nella velocità di messa a fuoco, nella precisione e fluidità. Una rapida velocità di messa a fuoco del soggetto è possibile in differenti situazioni, come durante il "panning", lo "zooming" oppure quando il soggetto si sposta avvicinandosi o allontanandosi dalla fotocamera. Durante le registrazioni video può essere utilizzata la modalità di simulazione della pellicola e la compensazione dell'esposizione (± 2 EV). E' stato anche abilitato un più elevato bit-rate (36Mbps).

Trasferimento wireless delle immagini
La modalità wireless consente di trasferire facilmente le immagini da X-E2 a smartphone o tablet dopo l'installazione dell'App gratuita FUJIFILM Camera Application. Basta premere il pulsante Wi-Fi® posto sulla parte superiore della fotocamera per inviare immediatamente le immagini ai dispositivi e renderle velocemente disponibili al caricamento sui blog e social network. È inoltre possibile utilizzare il Wi-Fi incorporato per salvare le foto sul proprio PC.

Modalità creative
È possibile trovare il proprio stile fotografico utilizzando la modalità di simulazione pellicola (Film Simulation Mode) che permette di riprodurre gli effetti delle storiche pellicole Fujifilm. Scegliendo una delle 10 varianti disponibili è possibile scattare le immagini desiderate. Velvia restituisce alta saturazione ricca di colori primari, ASTIA mostra una riproduzione dei toni morbida e fedele, PROVIA offre una riproduzione naturale adatta a tutte le occasioni, mentre la più morbida "Pro Neg.Std" e la più definita "Pro Neg.Hi" sono simulazioni di pellicole negative professionali ideali per i ritratti in studio. È anche possibile utilizzare la simulazione della pellicola Sepia (viraggio seppia), mentre per il bianco e nero sono disponibili tre tipi di simulazione filtro. La funzione "Bracketing Simulazione Pellicola" utilizza una singola esposizione per produrre tre immagini con diversi effetti di simulazione di pellicola.
L'esposizione multipla si ottiene combinando due scatti in un solo fotogramma per produrre risultati altamente creativi. In aggiunta si può scegliere tra otto filtri avanzati tra cui "Toy Camera" (fotocamera giocattolo), "Miniature", "Dynamic Tone" (tonalità dinamica), "Pop Color" (colore acceso), "Soft Focus" (immagine soft), "High Key" (esaltazione delle alte luci), "Low Key" (esaltazione delle ombre) e "Partial Color" (colore parziale).

Funzione di conversione Raw
Attraverso la funzione di acquisizione del file RAW, incorporata nella fotocamera, un'immagine RAW può essere convertita in formato JPEG senza l'impiego del computer, mentre il file RAW a 14 bit consente una ricca e fedele riproduzione delle tonalità. Il "Super Intelligent Flash" incorporato fornisce la giusta quantità di luce per la scena inquadrata e controlla la sovraesposizione quando si usa il flash per la fotografia macro, aiutando l'utente a catturare immagini naturali.

I pratici accessori di X-E2
Pensata per il corpo leggero e compatto di X-E1 e X-E2, BLC-XE1 è una custodia in pelle della massima qualità che comprende una custodia in stoffa separata per la protezione della fotocamera quando viene riposta. Per migliorare ulteriormente l'ergonomia e sfruttare tutte le prestazioni della fotocamera è possibile aggiungere l'impugnatura HG-XE1 e uno dei tre modelli di flash esterni dedicati. X-E2 offre la compatibilità con tutti gli obiettivi FUJINON X Mount e con questi accessori:
  • adattatore M Mount Adapter per la compatibilità con lenti addizionali
  • tre flash dedicati di differente potenza (EF-X20, EF-20, EF-42)
  • filtri di protezione (PRF-39, PRF-52, PRF-58 e PRF-62)
  • scatto remoto RR-90
Filtri protettivi per le ottiche della Fuji X


Giovanni B.

0 commenti:

Posta un commento