26 settembre 2013

Gira voce che tra il 7 e l'8 ottobre sarà presentata la Nikon D610, la reflex full frame che sembra avere l'unico obiettivo di fare dimenticare i problemi di accumulo di polvere e olio sul sensore che hanno rovinato la reputazione della Nikon D600 (qui c'è tutta la storia, dall'inizio alla fine).

Le caratteristiche tecniche fino ad ora trapelate (fonte nikonrumors), infatti, sembrano copiate dal manuale della D600, eccezion fatta per un lieve aumento dello scatto in sequenza (da 5,5fps a 6fps), quasi a confermare che, con la D610, Nikon ha veramente messo mano all'otturatore, uno degli elementi sotto accusa.

Specifiche tecniche della Nikon D610 (anticipazione):
  • sensore full frame da 24.3 MP (6016 x 4016 in L mode)
  • sensibilità da 100 a 6400 ISO (da 50 a 25600 iso in modalità estesa)
  • 39 punti di messa a fuoco, inclusi 9 sensori a croce (33 punti centrali sono disponibili ad aperture inferiori a f/5.6 e superiori a f/8, mentre 7 punti AF centrali sono disponibili ad aperture di f/8)
  • velocità di scatto di 6fps
  • mirino (ottico, ovviamente), con copertura del 100%
  • misurazione esposimetrica TTL con sensore RGB da 2.016 pixel (misurazione Color Matrix 3D II con obiettivi tipo G e D)
  • acquisizione di file video FullHD in formato mov, codifica H.264/MPEG-4
  • monitor LCD TFT da 3,2" e 921k punti
  • dimensioni di 141 x 113 x 82 mm
Speriamo che la Nikon D610 mantenga le promesse e tenga pulito il sensore, permettendogli di dare libero sfogo a tutta la sua straordinaria potenza (nell'immagine, i risultati dei test di DxOLab sui sensori della Canon EOS 6D, Nikon D600 e Nikon D800).

Le misurazioni di laboratorio (DxO) per i sensori della Canon EOS 6D, Nikon D600 e D800

Giovanni B.

0 commenti:

Posta un commento