10 luglio 2013

Torna LightZone, in versione freeware e opensource, un software per l'elaborazione delle immagini scomparso improvvisamente dalla scena nel 2011 ma molto apprezzato in passato (leggi la recensione di Macworld e di ITreviews nel 2007):
«Se stai cercando un software professionale per ritoccare le tue foto, ma con un approccio semplice e intuitivo, prova LightZone. Dalla sua parte ha anche un’interfaccia usabile e piacevole, un buon sistema di aiuto e soprattutto non costa molto. Purtroppo è disponibile solo in inglese Basato sul classico metodo del sistema zonale, LightZone è l’approccio più naturale e intuitivo al ritocco fotografico, poiché evidenzia le zone di luce e ombra delle tue foto, aiutandoti a capire subito cosa devi modificare e persino come. Un metodo molto più immediato rispetto agli istogrammi, i livelli o le curve usati negli altri editor.Tuttavia LightZone è anche un’applicazione elegante, disegnata apposta per i fotografi. Propone un’ampia varietà di strumenti basati sulle tradizionali tecniche impiegate nella camera oscura. E poi LightZone si impara in fretta, grazie alla sua usabilità e al buon corredo di aiuti e tutorial.» (Softonic, recensione di Sebina Pulvirenti

Originariamente prodotto da Light Craft, LightZone supporta l'elaborazione "non distruttiva" dei file RAW (qui l'elenco dei file RAW supportati dal programma) e JPEG, la gestione di file immagine a 16 bit e la creazione di "stili" per applicare rapidamente le medesime modifiche ad una serie di fotografie; un po' quello che permette di fare Adobe Lightroom, ma gratis, grazie all'impegno dei volontari del LightZombie Project (e a Light Craft, che ha rilasciato il codice di LightZone in open source nel dicembre 2012).

Screenshot di LightZone
Videata di LightZone

La versione per PC è stata rilasciata ufficialmente qualche settimana fa, mentre la versione per Mac è disponibile in beta. Entrambe possono essere scaricate dal sito del progetto (gratuitamente, previa registrazione).


Via PDNpulse

0 commenti:

Posta un commento