20 giugno 2013

Ampia e più che esaustiva (27pagine!) prova di dpreview della Canon EOD 700D:  la qualità d'immagine  è molto buona, ma  l'autofocus ibrido non è sempre all'altezza della situazione (nella modalità live view/video).

Fotografia della Canon EOS 700D

«Con la EOS 700D, la Canon conferma la tradizionale qualità d'immagine, molto buona, sia per le fotografie che per i video, e mette a disposizione un monitor tattile ottimamente realizzato, che la rende una delle proposte più gratificanti sul mercato per chi decide di passare dalla compatta ad una reflex digitale.

La 700D incespica, sfortunatamente, sulle prestazioni dell'autofocus in modalità live view. Il sistema autofocus "ibrido" di Canon, sebbene migliore del sistema a rilevazione di contrasto di un paio di anni fa, è ancora lontano dalle prestazioni offerte da altri modelli mirrorless, e - per quella che è la nostra esperienza - dalle Sony con specchio traslucido. E se apprezziamo lo sforzo fatto da Canon per introdurre l'autofocus continuo in fase di ripresa video, anche in questo caso gli errori sono più di quanto si possa accettare. ...

Grazie alla qualità dell'immagine e alla facilità di gestione dello scatto, la EOS 700D si conquista la nostra medaglia d'argento, e manca il gradino più alto del podio solo per le performance dell'autofocus in modalità live view. E se ve lo state chiedendo, no, chi ha una 650D non ha nessun motivo per passare alla 700D»
("Canon EOS 700D/Rebel T5i In-Depth Review", di Amadou Diallo e Andy Westlake)

0 commenti:

Posta un commento