13 marzo 2013

Canon potrebbe presentare una DSRL più compatta e leggera delle attuali EOS 650D ed EOS 1100D; questa macchina fotografica rappresenterebbe un'alternativa alla Canon EOS M - e in generale alle mirrorless -, offrirebbe tutte le caratteristiche e le performance che è lecito aspettarsi da una reflex, soprattutto per quello che riguarda velocità e precisione del sistema di messa a fuoco automatica (il punto debole della EOS M), permetterebbe di utilizzare tutte le ottiche EF ed EF-S.

A supporto di questa voce ci sono alcuni brevetti depositati da Canon, relativi sia a mirini elettronici, sia a mirini ottici molto compatti (e con copertura del 100%).

Viene da pensare che Canon voglia seguire la strategia di mercato di Panasonic che alle sue mirrorless (GF5 e GX1) affianca la G5, una SLR poco più grande ma con migliore grip e dotata di mirino elettronico. E a mettere accanto la Panasonic G5 e la Canon EOS 650D (vedi il confronto su camerasize) appare subito evidente che - anche considerando la diversa dimensione del sensore - Canon ha un certo margine per ridurre le dimensioni delle sue fotocamere.

Questa ipotesi troverebbe ulteriore conferma in un'intervista rilasciata a dicembre 2011 dalla dirigenza Canon: «intendiamo presentare una mirrorless l'anno prossimo (nel 2012, ndr). Ma l'anno prossimo anche gli altri mercati saranno cambiati: probabilmente avremo DSLR più piccole e compatte con una migliore qualità d'immagine, che potrebbero erodere il segmento delle mirrorless».

0 commenti:

Posta un commento