8 gennaio 2013

Pentax presenta la MX-1, una compatta con luminoso zoom ottico 4x e sensore CMOS retroilluminato per una migliore qualità d'immagine.


Fotografia della Pentax MX-1

Pentax ha presentato la MX-1, una fotocamera digitale che dovrà sfidare fotocamere del calibro della nuvissima Fuji X20 o Sony RX100 (solo per citare le prime che mi vengono in mente). Segno evidente che il segmento delle fotocamere digitali compatte ad alte prestazioni fa gola.
Ma torniamo alla Pentax MX-1. Per competere degnamente Pentax ha scelto di puntare su di un design classico, che va tanto di moda (e il richiamo, nel nome, alla Pentax MX non è affatto casuale), e su contenuti tecnici interessanti:
  • sensore CMOS retroilluminato da 12 megapixel, 1/1,7 pollici per ottimizzare la qualità dell'immagine nelle riprese in condizione di scarsa luminosità;
  • sensibilità da 100 a 12800 ISO;
  • obiettivo 6-24mm (equivalente a circa 28-112mm nel formato 35mm) ad alta luminosità (f/1,8 - 2,5);
  • sistema autofocus TTL a rilevamento del contrasto;
  • modalità Macro per una distanza minima di messa a fuoco di un centimetro;
  • monitor LCD a colori TFT da 3 pollici con 920k punti, inclinabile (si può abbassare fino a circa 45° o alzare fino a circa 90°);
Il dorso della Pentax MX-1 con il monitor TFT
  • tempi di scatto da 1/8000 sec. a 30 sec.;
  • esposizione TTL con lettura multizona, media ponderata o spot;
  • ghiera dedicata alla compensazione dell'esposizione (± 2EV con incrementi 1/3EV);
  • calotta e fondello in ottone, e rivestimento in gomma testurizzata;
Fotografia della calotta in ottone della Pentax MX-1
  • sviluppo dei dati RAW direttamente in macchina;
  • ghiera delle modalità di ripresa (Auto Picture, AE Programmata, AE con priorità ai diaframmi, AE con priorità ai tempi, manuale con misurazione esposimetrica);
  • doppio sistema Shake Reduction per compensare più efficacemente vibrazioni e tremolii in fase di scatto;
  • registrazione video nel formato H.264 (1920×1080 a 30fps, 1280×72 a 60fps, 30fps), con pulsante dedicato per la registrazione di filmati in qualsiasi modalità di ripresa;
  • flash automatico estraibile;
  • sensori per telecomando sul frontale e sul dorso;
  • livella digitale e due assi per l'allineamento orizzontale e verticale;
  • compatibilità con schede di memoria SD per rete wireless Eye-Fi;
  • tempo di avvio di 1,6 secondi;
  • ritardo allo scatto di 0,019 secondi.
La Pentax MX-1, infine, è alta 6 cm, larga 12,25 cm e profonda 5,15 cm, e pesa 363 g (solo corpo). Resta da vedere la qualità d'immagine, ma su questo fronte Pentax ultimamente non ha sbagliato un colpo.

Ciao
Giovanni B.

0 commenti:

Posta un commento