17 gennaio 2013

Un confronto, con un sacco di video, tra la Canon EOS 7D e l'Olympus OM-D E-M5. Vendo la prima per passare alla seconda?

Premessa (indispensabile)
La Canon EOS 7D è una macchina fotografica straordinaria.
Nonostante l'età del progetto (la 7D è stata presentata il 1° settembre 2009), la qualità d'immagine è molto buona (almeno fino a 800 ISO), l'autofocus è veloce e preciso, la velocità di scatto e di elaborazione è ottima, l'ergonomia è straordinaria, la velocità di impostazione dei parametri "da manuale", il mirino è ampio e luminosissimo, e - dulcis in fundo - resiste a tutto (e quando scrivo "resiste a tutto" intendo proprio "a tutto").


Ovviamente tutto questo ben di Dio (e in particolare la resistenza del corpo ed il pentaprisma) ha un prezzo, che si paga in termini di dimensioni e peso: la 7D è grossa e pesa parecchio. Inevitabile.

Ogni tanto, quindi, mi viene la tentazione (no, non sto ancora violando il 5° dei miei buoni propositi per l'anno 2013) di curiosare un'alternativa più leggera, e in tali momenti di tentazione guardo tra le mirrorless. In questo modo è nata l'idea di un confronto tra la Canon EOS 7D e la Olympus OM-D E-M5. Confronto che, alla fine, non è così campato in aria così come potrebbe sembrare.

Partiamo dal costo e poi via, a seguire, con il confronto tra le caratteristiche che più mi interessano.

Costo (miglior prezzo su Internet, solo corpo)
EOS 7D: 1.070 €
OM-D E-M5: 850€
L'Olympus costa il 21% meno della Canon. Ovvero, la Canon 7D costa 220 euro più della Olumpus E-M5. Bisogna vedere se la Canon vale questi 220 euro in più.

Dimensioni (l x h x p)
EOS 7D: 14,8 x 11,1 x 7,4 cm
E-M5: 12,2 x 8,9 x 4,3 cm
La Canon è 2,6 volte più ingombrante dell'Olympus (e vederle fianco a fianco fa ancora più impressione). Da una parte penso al risparmio di spazio nella borsa fotografica (anche le ottiche tendono ad essere meno voluminose), dall'altra mi domando se le dimensioni minori non possono andare a scapito dell'ergonomia e della velocità d'uso. Anche perchè il dorso della 7D è costellato di pulsanti, ghiere e joystick, tutti estremamente comodi e funzionali.

Peso (con batteria)
EOS 7D: 860g
E-M5: 425g
L'Olympus pesa meno della metà della Canon. Anche qui, da una parte è evidente il vantaggio di portarsi sulle spalle un corredo fotografico molto meno pesante, dall'altro mi sorge il timore che ad un minor peso corrisponda una minore resistenza dell'Olympus. Perchè, come detto, la 7D è veramente robusta. 

Se estendiamo il confronto al corredo fotografico (macchina più ottiche), i risultati sono ancora più impietosi: passando dalla Canon 7D all'Olympus OM-D E-M5 si riducono peso ed ingombri di più del 60%!
Tabella di confronto tra le dimensioni e il peso della Canon EOS 7D e della Olympus OM-D E-M5
Canon 7D vs Olympus E-M5: dimensioni e peso a confronto
Sensore
EOS 7D: CMOS, APS-C (22,3 x 14,9 mm) 
E-M5: CMOS, Quattro Terzi (17,3 x 13 mm) 
L'area del sensore della Canon è quasi il 50% più ampia di quella del sensore dell'Olympus. Vantaggio apprezzabile soprattutto da chi ama giocare con profondità di campo ridotte perchè, sul fronte della qualità d'immagine, come vedremo più sotto, Olympus ha fatto un lavoro straordinario.

Stabilizzazione del sensore
EOS 7D: No
E-M5: Sì, su 5 assi
Differenti filosofie: ci sono case che preferisono stabilizzare gli obiettivi e case che preferiscono stabilizzare il sensore. Nel primo caso il vantaggio è che la stabilizzazione può essere tarata in modo specifico per ciascuna ottica, nel secondo caso il vantaggio è che si fruisce della stabilizzazione d'immagine indipendentemente dall'ottica utilizzata. Olympus adotta un sistema di stabilizzazione del sensore definitto "su cinque assi" (qui la spiegazione tecnica): l'efficacia è innegabile.


Qualità d'immagine
(punteggio complessivo; profondità colore; range dinamico; ISO. fonte dxomark.com)
EOS 7D: 66; 22 bit; 11,7 EV; 854 ISO
E-M5: 71; 22.8 bit; 12,3 EV; 826 ISO
Tanto di cappello ad Olympus per i risultati spremuti da questo sensore. Anche perchè la qualità di immagine della 7D (e parlo della qualità "sul campo", non di quella da laboratorio) è veramente molto buona.

Risoluzione
EOS 7D: 18 megapixel
E-M5: 16.1 megapixlel
A mio parere, qualsiasi numero superiore ai 10 megapixel è più che sufficiente per un uso "amatoriale" anche intenso (o evoluto che dir si voglia).

Mirino
EOS 7D: pentaprisma ottico, 100% copertura
E-M5: elettronico, 1.440K punti, 100% copertura
Il pentaprisma della 7D è uno dei migliori in circolazione, e non teme confronti. E' anche uno dei motivi che spiegano il peso di questa fotocamera.

Range ISO
EOS 7D: 100-12800
E-M5: 200-25600
In entrambi i casi gli ISO più alti sono da considerare una risorsa da utilizzare solo in caso di estrema necessità. Diciamo che per non compromettere troppo la qualità di immagine si può scattare, in raw, fino a 800 ISO

Corpo
EOS 7D: corpo in lega di magnesio tropicalizzato
E-M5: corpo in lega di magnesio tropicalizzato
Parità assoluta. La "tropicalizzazione", ovvero la resistenza del corpo a spruzzi  a polvere, dà una bella tranquillità (ovviamente anche le ottiche dovrebbero essere tropicalizzate...).

Punti di messa a fuoco
EOS 7D: 19
E-M5: 35
Per la mia esperienza, e per il mio modo di fotografare, più sono i punti di messa a fuoco, meglio è. Il numero, però, non è tutto: deve essere anche possibile selezionare rapidamente il punto di messa a fuoco desiderato. E, in questo, la 7D è fantastica.

Autofocus
EOS 7D: rilevazione di contrasto, rilevazione di fase, multi area, punto singolo; singola, continua, traching, rilevazione dei volti
E-M5: rilevazione di contrasto, multi area, punto singolo; singola, tracking, continua, rilevazione dei volti
Olympus vanta, per la E-M5, l'autofocus più rapido del mondo.


Ma anche quello di Canon è velocissimo e preciso, anche con soggetti in movimento...


Durata della batteria
EOS 7D: 800 scatti CIPA
E-M5: 360 scatti CIPA
Indiscusso vatanggio della Canon EOS 7D, che si traduce in un'elevata autonomia opertiva.

Flash Wireless
EOS 7D: 3 canali / 3 gruppi (con flash dedicati)
E-M5: 4 canali / 4 gruppi (con flash dedicati)
La possibilità di gestire, in modalità wireless, più gruppi di flash è di grande comodità. Mmm... in effetti è di grande comodità solo per i ritratti e le nature morte in studio. Ma quando ci si abitua al wireless, è difficile rinunciare.


E quindi? Vendo, oppure no, la 7D per passare alla E-M5? (ovvero, le conclusioni)
Più sotto il confronto tra le caratteristiche della Canon EOS 7D e della Olympus OM-D e-M5 prosegue. Ma, per quello che mi interessa, ho tutti gli elementi per scegliere.
Mi tengo la 7D, perchè l'investimento fino ad ora fatto non è indifferente, ma Olympus ha dimostrato, con la E-M5, che è possibile realizzare una fotocamera straordinaria in un corpo compatto. Se non avessi già una macchina fotografica, e dovessi scegliere oggi, probabilmente sceglierei l'Olympus OM-D E-M5. Ma solo per gli innegabili vantaggi in termini di peso e dimensioni. Perchè, sotto tutti gli aspetti, la 7D è fenomenale.


Compensazione dell'esposizione
EOS 7D: ±5 EV (a step 1/3 EV, 1/2 EV) 
E-M5: ±3 EV (a step di 1/3 EV, 1/2 EV, 1 EV) 

Bracketing
EOS 7D: ±3 (3 fotogrammi a step di 1/3 EV, 1/2 EV steps) 
E-M5: (2, 3, 5, 7 fotogrammi a step di 1/3 EV, 1/2 EV, 2/3 EV, 1 EV steps) 

Monitor
EOS 7D: TFT, 3", 920k punti, fisso 
E-M5: OLED, 3", 610k punti, articolato, touch screen

Otturatore
EOS 7D: 30 s - 1/8000 s
E-M5: 60 s - 1/4000 s

Flash
EOS 7D: integrato, hot-shoe
E-M5: hot-shoe

Syncro flash
EOS 7D: 1/250s
E-M5: 1/250s

Scatto in sequenza
EOS 7D: 8fps
E-M5: 9 fps

Bracketing del bilanciamento del bianco
EOS 7D: Sì (3 fotogrammi sugli assi blu/ambra o magenta/verde)
E-M5: Sì (3 fotogrammi sugli assi blu/ambra o magenta/verde)

Formato file video
EOS 7D: H.264
E-M5: H.264, Motion JPEG

Risoluzione file video
EOS 7D: 1920 x 1080 (30, 25, 24 fps), 1280 x 720 (60, 50 fps), 640 x 480 (60, 50 fps) 
E-M5: 1920 x 1080 (60 fps), 1280 x 720 (60, 30 fps), 640 x 480 (30 fps) 

Ingresso audio
EOS 7D: microfono integrato mono 
E-M5: microfono integrato stereo


Ciao
Giovanni B.

13 commenti:

  1. ottimo lavoro, grazie! e saggia decisione, approvata in pieno.

    RispondiElimina
  2. ottimo lavoro, davvero.Il problema della Olympus sono le lenti, canon garantisce molta più scelta ed avendo un bacino più vasto è possibile acquistare ottiche usate, cosa da non sottovalutare.

    RispondiElimina
  3. io ho fatto il salto canon 7d olympus om-d e devo dire che dal punto di vista qualitativo del file sono estremamente soddisfatto (superiore in tutti i sensi a canon) come del resto del peso che mi devo portare dietro
    per le lenti olympus sta facendo cose eccellenti come il 12 f/2 il 45 f1,8 il 75-300(150-600) f4,8-6,7 eccellente e leggero (400gr) a confronto con il 100-400(160-640) canon f/4,5-5,6 che pesa 1kg di più

    RispondiElimina
  4. Eh no, queste sono le cose che non devi scrivere... perfavore...

    RispondiElimina
  5. Si continua come sempre....Nikon o Canon?
    Sembra che per i fotoamatori esistano solo queste due (tra l'altro grandi marche).Io ho sulle spalle diveri anni ed ho usato nell'arco di 50 anni Canon, Nikon, Minolta, Olympus, Pentax....insomma un po' di tutto! Ebbene non ho mai rilevato sostanziali differenze fra le fotocamere usate, sia nella parte meccanica sia in quella ottica. Alcuni fotoamatori di mia conoscenza asserivano che le ottiche Olynpus o Minolta erano di scarsa qualità....per me ricevevano delle "bustarelle" dai negozianti che vendevano Nikon e Canon. Passato al digitale (per forza)ho tuttora una NIkon D200 con varie ottiche Nikon. Data l'età ho provato corredi molto più leggeri tipo Olympus OM-D...o Panasonic Lumix G. Ebbene per l'uso che ne faccio (mi interessa scattare foto)non trovo nessuna differenza fra i vari corredi anche ingrandendo le immagini. Morale: il fotoamatore (anche evoluto)non sfrutterà mai il potenziale di un corredo professionale....diciamo piuttosto che a molti fotoamatori evoluti piace portarsi a giro un bel corredo professionale (anche del peso di diversi kg.) solo per il fatto di dimostrare agli altri che lo "possiede"...e il solo fatto di possederlo lo fa sentire un vero fotografo.....magari (grande). Saluti

    RispondiElimina
  6. è vero quello che scrivi...per tanti esistono solo quei 2 marchi.....io uso olympus e30 con diverse ottiche e sono appagato,a mia figlia ho comprato oly om-d con 12-60 e l'ho provata notando ancora più qualità,non hanno niente da invidiare a nessuno e poi il fatto di sentirsi professionisti solo perchè c'è nikon o canon l'ho già superato da anni perchè anche io la pensavo così, ma non è così.stampo tranquillamente 30x40 e con om-d è ancora meglio,non volevo crederci ma è una fotocamera di qualità superiore....emanuele..

    RispondiElimina
  7. ma anche su questa si possono usare i vecchi obiettivi? diventerebbero naturalmente x 2...

    RispondiElimina
  8. Buonasera Marco.
    Sulle fotocamere con innesto micro-quattroterzi (tra le quali la OM-D e-M5), grazie al ridotto tiraggio si possono montare (eventualmente con adattatori e perdendo gli automatismi) molti obiettivi, anche vecchi (e, spesso, questi obiettivi hanno caratteristiche ottiche straordinarie). L'angolo di campo equivalente nel formato 35mm, anche in questo caso, sarebbe un 2x.

    RispondiElimina
  9. "Ottimo lavoro, davvero.Il problema della Olympus sono le lenti, canon garantisce molta più scelta ed avendo un bacino più vasto è possibile acquistare ottiche usate, cosa da non sottovalutare."

    Lei non mi sembra molto informato/a.
    Il parco ottiche microquattroterzi è eccellente e i prezzi sono alla portata di tutti. Ai due protagonisti (Olympus Zuiko e Panasonic Lumix) si sono uniti e a breve si uniranno Voigtlander, Sigma, Tamron, Schneider-Kreuznach, e altri.

    RispondiElimina
  10. Ho la 7D e la E M 5. Ottime entrambe. Per gli alti ISO nessuno batte la Fuji XE 1.

    RispondiElimina
  11. @ Anonimo: grazie, ma così non mi aiuti a scegliere... :(

    RispondiElimina
  12. Ho la EOS 7D e da alcuni giorni sto provando la OM-D con un Panasonic G VARIO 14-140mm MEGA O.I.S.: noto un estremo rallentamento nei tempi di scatto (confronto fatto con il Panasonic Lumix LEICA dg summilux 25mm) che mi rende impossibili le foto a soggetti in movimento.
    Lei ha avuto la possibilità di provare questa "accoppiata"?
    Può essere che ci sia qualche settaggio della macchina che crea questo problema? (Provato in "AUTO" e "P").
    Oppure si tratta di incompatibilità macchina-obiettivo?

    Grazie per l'aiuto!
    Raffaella

    RispondiElimina
  13. Ciao Raffaella. Non ho mai provato l'accoppiata E-M5 + Pana 14-140mm, quindi non ho un riscontro diretto, e in rete non ho trovato nulla. Escludo un'incompatibilità macchina - obiettivo; verificherei l'aggiornamento del firmware e le impostazioni dello stabilizzatore sull'ottica e sulla macchina. Mi faccia sapere.

    RispondiElimina