15 ottobre 2012

La Sony Cyber-shot DSC RX 100 ridefinisce i parametri delle fotocamere compatte con sensore di "grande" dimensione.

Fotografia della Sony RX100

Mentre Steve Huff gironzola di notte con la sua splendida Sony RX1, io me ne sto seduto in poltrona (ad ognuno il suo, viene da dire) ad ammirare i risultati della Sony Cyber-shot DSC RX 100:
«la Sony RX100 batte a mani basse le mirrorless Nikon 1, Nikon J1 e Nikon V1, compatte equipaggiate con un sensore (Aptina, ndr) da 1" e persino le mirrorless Micro Quattro Terzi di Olympus e Panasonic, che pur beneficiano di un sensore con dimensioni nettamente superiori. Tra le compatte di qualità soltanto la Canon G1 X riesce a far meglio sul piano del contenimento del "rumore" nelle immagini, ma il suo sensore è più grande rispetto al CMOS da 20 megapixel della RX100.» ("Sensori: la Sony RX100 Straccia Nikon 1 e Micro Quattro Terzi").
Insomma, secondo i test di DXOmark il sensore della Sony RX100 dà risultati migliori del sensore della Nikon 1. Interessante, perchè il sensore Aptina montato sulle Nikon 1 era stato molto apprezzato dai fotografi (e, personalmente, mi  fido più delle sensazioni dei fotografi che dei numeri di un test di laboratorio).

Proprio Steve Huff, ad esempio, scriveva a proposito della Nikon V1:
«La Nikon V1 fornisce immagini di grande qualità, NON c'è DUBBIO, ma non sono imagini prive di rumore. Anche a 100iso, se guardi le immagini al 100% vedi del rumore, ma nulla di serio o preoccupante.
La qualità d'immagine della V1 è buona. E' molto buona. E' eccellente, specialmente considerando la fotocamera, e dopo averle usate a lungo assieme, preferisco di gran lunga la qualità delle immagini della V1 rispetto a quella della Fuji X10, che ha un sensore ancora più piccolo e non ha mirino elettronico.» ("The Nikon V1 Camera Review – The camera I expected to hate!")
E' chiaro a tutti che non parliamo di sensori APS-C o full-frame, ma Steve Huff di fotocamere ne maneggia abbastanza, quindi se mi dice che la qualità di immagine è buona, mi fido.

Però, in questi giorni, sempre Steve Huff, dopo aver provato la Sony RX100, scrive un post che inizia così:
«Recensione della Sony RX100 - La migliore compatta dell'anno, in effetti, di SEMPRE!»
e finisce così:
«La Sony RX100 è la migliore compatta mai presentata da quando esiste il digitale. Di sempre. Punto. Fine della storia. Lo resterà a lungo? Chi lo può dire, quello che so è che è una macchina fotografica con la quale potrai scattare qualsiasi genere di foto.»
Non solo, Michael Reichmann (The luminous landscape vi dice qualcosa?) la prova e scrive:
«... non c'è dubbio, la Sony RX100 è la più affascinante compatta digitale sul mercato. Può produrre fotografie a livello di una reflex digitale, ed è difficile trovare dei difetti in questa piccola, tascabile meraviglia. E se per molti è troppo costosa, considerando che sarà di sicuro la seconda o terza fotocamera, per chi vuole una fotocamera da avere sempre con sè e in grado di produrre immagini di livello professionale, la RX100 non è difficile da battere ma, al momento, è praticamente impossibile da battere.» ("Sony RX100 - The Rollei S35 Rides Again")
Amen, viene da aggiungere.

Due indizi non fanno una prova, ma possono essere utili a chi sta cercando ad una macchina fotografica compatta - da portare sempre in tasca - ma con un sensore più grande di quello di una compatta.
Oltre alla qualità dell'immagine, infatti, è la compattezza l'altro punto di forza della Sony RX100. E, sul fronte "dimensioni", non c'è al momento mirrorless che tenga (forse l'Olympus PEN E-PM2 con il Body Cap 15mm F:8.0, dove l'ottica è un evidente compromesso). Per un confronto tra le dimensioni della Sony RX100 con le dimensioni della Nikon J1 vi rimando, però, al sito camerasize (dove potete fare tutte le prove ed i confronti che volete).

Riassumendo, la RX100:
  • ha una qualità di immagine molto buona;
  • ha un corpo compatto e leggero (240g circa tutto compreso);
  • ha un'ottica luminosa (F:1.8-4.9);
  • ha pixel in abbondanza (20 megapixel);
  • permette di acquisire video FullHD;
  • ha un buon range ISO (da 125 a 6400, 80-25600 combinando le diverse modalità di estensione della sensibilità);
  • è veloce (10 scatti al secondo in sequenza).

Tutto perfetto? No.
  • Anzitutto la velocità dell'otturatore: perchè limitarla a 1/2000 di secondo? 1/4000, con un'ottica F.1.8, non avrebbero dato fastidio.
  • E poi il prezzo: per portare a casa tutto questo po' po' di roba servono 650 euro. Non pochi.

Ciao
Giovanni B.

0 commenti:

Posta un commento