30 settembre 2012

«Quando si usa il flash (in modalità manuale, N.D.R.), la velocità dell'otturatore regola la luce ambiente, e l'apertura del diaframma regola la luce del flash. Mi ci sono voluti anni per comprenderlo appieno, ma in realtà è piuttosto semplice:
la durata del flash è molto breve. Per rendere l'idea, pensiamo ad un lampo molto luminoso. Non ha importanza il tempo di esposizione, il lampo del flash si esaurisce ben prima che l'otturatore si sia chiuso. E, quindi, il tempo di esposizione regola solo la quantità di luce ambiente che arriva al sensore. E, proprio perchè la luce del flash è così breve,  l'unica cosa che influisce sull'esposizione è l'apertura del diaframma»
(Jason Weddington, "Using a White Wall as a Photo Background")

Nell'articolo citato si spiega, inoltre, come illuminare correttamente un volto utilizzando due flash (nel caso, due Canon 430EX II), un softbox (Lastolite EzyBox) e una parete bianca. Se vi interessa il ritratto fotografico, è un articolo da leggere.


0 commenti:

Posta un commento