28 agosto 2012

Ho definito Instagram (in realtà la maggior parte delle fotografie ivi pubblicate, non tutte) "la solita nauseabonda orgia di cibo, ragazze ubriache, gattini, bambini, autoritratti, autoritratti allo specchio (preferibilmente in mutande e reggiseno), maschi in pose da macho, tramonti" (vedi "This is now, il giro del mondo con Instagram"), e per questo sono stato cortesemente ripreso.

Fotografia con smartphone di cartello di limite acque sicure al mare

E quando mi riprendono di solito mi fermo a pensare: ho esagerato?
Prendo lo smartphone, vado su Instagram e clicco sul pulsante "espolora": in questo momento c'è una foto di unghie con smalto, una ragazza che si fotografa allo specchio, un paio di scarpe, una ragazza in shorts, qualcosa che sembra una gamba di donna, un paio di shorts con gattino, un pasticcino al cioccolato, un ragazzo ubriaco rovesciato per terra, dei biscotti colorati... mi fermo qui.
No, non ho esagerato.

Però, effettivamente, ognuno ha il diritto di pubblicare ciò che più gli aggrada (vorrei aggiungere "nei limiti del buongusto", ma non lo faccio): in fin dei conti io stesso, moderno censore, sul mio Instagram pubblico poco edificanti foto di fiori, panorami, pancake e tazzine di caffè.

Su Instagram, però, c'è anche gente che fotografa sul serio; sì, in mezzo ai gattini e ai pasticcini (che si beccano 2-3000 "cuoricini" e sono molto popolari), ci sono anche dei fotografi che vale la pena seguire.
Questi sono, al momento, i miei 15 fotografi favoriti su Instagram, con i nikname da loro usati:
tati_careal
aikbengchia
benlowy
davidalanharvey
ele_
giuliapaulinelli
joaocastellano
juanestevens
maramitchell
michaelmelford
mullady
nicochiapperini
stefanopesarelli
yannis_
dutchie68

Ogni tanto ne aggiungo uno, e raramente mi pento.
Da questo punto di vista Instagram è spettacolare.

Poi, appunto, c'è anche chi pubblica fiori, piazze, e piatti di pasta. Tra questi ci sono anche io (giovanni_b, su Instagram).
Ciao
Giovanni B.

PS: grazie, Alessandra, per lo spunto!

4 commenti:

  1. Ciao,
    dopo tanto torno a commentare sul tuo blog, non perché non ti volessi più seguire ma perché a mala pena riesco a leggere la posta eheh.. anche io ho trovato su Instagram professionisti e non che scattano belle foto ma seguendoli sulla piattaforma rischio di perdermi gli scatti più belli... E, tra parentesi, io rientro tra quelli che "scattano le foto ai bambini" ma è il modo più veloce per condividere le immagini del mio piccolo che cresce con persone lontane, quindi posso capire chi lo usa per questi fini ehehe :)

    P.S.: non mi hai messo tra i tuoi favoriti? guarda che mi offendo eh? :P ehehehe

    RispondiElimina
  2. Ciao Olsen, anch'io fotografo bambini (i miei, il soggetto più bello al mondo dopo mia moglie), tazzine di caffè, piazze vuote, chicchi d'uva e simili amenità. Per fortuna su instagram c'è gente molto più brava, o più creativa (o entrambe le cose) di me, così posso imparare. Puoi indicare i fotografi che segui? Così, invece che 15 fotografi da seguire, ne indichiamo un bel po' di più.

    Ciao

    RispondiElimina
  3. Ciao,
    condivido quello che dici sul tuo post, in effetti faccio fatica a trovare delle belle foto, andrò a vedere quelli della tua lista, nel frattempo ti consiglio il nikname newyorkcity e muradosmann da aggiungere alla tua, se ti capita puoi provare a seguire anche me.
    Complimenti per il blog.

    RispondiElimina
  4. Grazie mille per le tue indicazioni.

    Ciao
    Giovanni

    RispondiElimina